Nel 2004, Leonardo di Caprio ha portato sul grande schermo, la vita straordinaria dell’aviatore e imprenditore statunitense, Howard Hughes.

howard_hughes.57886.31307Dal tema  si intuisce subito una personalità intensa e intraprendente.

Tutti quei pianeti in IV casa mettono in primo piano le radici familiari. Il padre, ricchissimo petroliere, le lasciò un patrimonio notevole che lui seppe moltiplicare investendolo  in imprese che gli valsero ulteriore ricchezza,  prestigio e notorietà.

Fondò una delle più grandi compagnie aeree americane e  Lo Hughes H-4 Hercules è tuttora l’aereo con la più grande apertura alare ed altezza dal suolo mai costruito. Ottimo pilota, Hughes nel 1938 fece il giro del mondo in aereo in tre giorni, diciannove ore e diciassette minuti (con nettuno che  le quadrava luna e venere).

howard hughes

howard hughes

L’estrema ambizione (sole capricorno, plutone in X) lo stimolavano a puntare sempre più in alto e a non mollare mai la presa come riflette anche saturno congiunto a marte (tenacia, decisione, determinazione) che con la quadratura a giove evidenzia il bisogno, mai pago,  di espansione e crescita. Per questo  ebbe numerosi contrasti col mondo politico e le potenze economiche dell’epoca (plutone in X)  che cercavano di ostacolarlo.

Il sole in capricorno  congiunto a urano e opposto a nettuno riflette la genialità e l’intraprendenza che lo spinsero a cimentarsi in svariate attività,  tra cui anche la produzione cinematografica. Ma evidenzia anche la personalità complessa,  contraddittoria e maniacale segnata, più avanti negli anni, da disturbi mentali con crisi ossessive compulsive che lo costringevano ad isolarsi nella sua abitazione.

L’ascendente vergine e il sole opposto a nettuno simboleggiano l’ossessione per l’igiene, il terrore di essere infettato, tanto che, come viene riportato nel film, non tocca le posate altrui, beve solo latte da bottiglie di vetro ermeticamente sigillate, mangia pezzettini di cioccolata non vicini al bordo, apre le maniglie delle porte con i fazzoletti e  per gestire queste paure si lava compulsivamente le mani e ripete ossessivamente le stesse parole.

Nel film, il disturbo di Hughes sembra derivare dal legame materno. La madre le ripeteva  “Tu non sei al sicuro mai” e quella luna venere opposta a plutone in X ci dice che il mondo (casa X) riflesso dalla madre, risulta spaventoso, pericoloso e distruttivo e che da esso bisogna allontanarsi, prenderne le distanze (luna in IV casa, in opposizione).

E così è stato. Gli ultimi anni di vita li trascorse rinchiuso nella suite di un lussuoso albergo.

a cura di Lara Serafino


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.