analisi TEMI NATALI

MARIA MONTESSORI La scienziata dei bambini

Molto interessante il tema di questa illustre pedagoga e scienziata italiana, famosa in tutto il mondo per il suo “metodo Montessori” applicato in molte scuole di tutti i livelli di grado.

maria montessoriNasce a Chiaravalle in provincia di Ancona da una famiglia tradizionale che non accoglie con entusiasmo la passione per discipline scientifiche della figlia che i genitori sognavano in un ruolo di maestra. Ma lei è determinata e tenace tanto da essere la prima donna a laurearsi in medicina in Italia.

Si specializzerà in psichiatria e dopo la laurea inizierà a lavorare in una clinica psichiatrica occupandosi soprattutto del disagio dei bambini ricoverati (luna in Scorpione). Ciò a cui si dedicherà in particolare sarà l’osservazione del comportamento dei bambini (sole in II) che le permetterà di mettere a punto ciò che più tardi diventerà il “metodo”.

(altro…)

Di Lara, fa
analisi TEMI NATALI

SEVERINO ANTINORI e la Verginea vita in provetta

E del segno della vergine il professor Antinori, nato il 6 settembre 1945, noto per la sua missione di spostare oltre i confini della natura le frontiere della fertilità. Nel 1994 realizzò il sogno di Rossana Della Corte che a 63 anni, dopo la morte del primogenito,  poté tenere tra le braccia il figlio Riccardo, grazie alle sue tecniche avveniristiche (sole vergine in aspetto ad urano in IX).

Luminari congiunti in vergine in XII. Giove congiunto a nettuno in I casa. Sembra che si senta decisamente investito da una missione il professor Antinori. Si sa che il sole vergine vorrebbe fermare il tempo, impedire la naturale evoluzione delle cose  e sconfiggere la morte e puntualmente alla nascita del piccolo Riccardo dichiarò:

(altro…)

Di Lara, fa
analisi TEMI NATALI

C.G. JUNG la Torre e la LUNA

Come promesso torno ad approfondire il tema di C.G. Jung e in particolare il "femminile" dello psicanalista Svizzero.

Affermava di riconoscersi due personalità ben distinte che definiva la n.1 e la n.2, chiaramente riflesse nelle valenze solari (n.1) e lunari (n.2), la prima portatrice di luce, rappresentata dal sole leone archetipo della luce della coscienza, e la seconda portatrice d'ombra.

E in effetti la congiunzione della luna a plutone nel settore della comunicazione e del pensiero, la III casa, riflette una dimensione emotiva potente, intensa, viscerale, drammatica che si è manifestata sia nella sua professione di psicoterapeuta attraverso l'ascolto e lo scambio di contenuti emotivi profondi ma anche nelle relazioni affettive.

La luna toro, oltretutto sestile a venere cancro, esprime  l'archetipo della grande madre.

(altro…)

Di Lara, fa
analisi TEMI NATALI

GUSTAV JUNG L’individuazione è Leonina

L’individuazione è in generale il processo di formazione e di caratterizzazione dei singoli individui, e in particolare lo sviluppo dell’individuo psicologico come essere distinto dalla generalità, dalla psicologia collettiva. L’individuazione è quindi un processo di differenziazione che ha per meta lo sviluppo della personalità individuale. La necessità dell’individuazione è una necessità naturale, in quanto che impedire l’individuazione, mercé il tentativo di stabilire delle norme ispirate prevalentemente o addirittura esclusivamente a criteri collettivi, significa pregiudicare l’attività vitale dell’individuo.

Il processo di differenziazione dal collettivo all'individuale, definito  come individuazione, è il tema dominante della ricerca esistenziale e professionale del teorico della psicoanalisi, Carl Gustav Jung.

Ed è proprio questa tematica che risulta evidente dalla contrapposizione tra ascendente aquario, archetipo del collettivo  e il sole leone, principio dell'individualità.

gustav-jung-lindividuazione-e-leoninaPer Jung l'uomo nasce permeato da modelli collettivi accettati inconsapevolmente e il suo impegno deve andare nella direzione di aprirsi a quelle istanze, spesso inconsce,  negate e trascurate, integrandole, al fine di raggiungere l'autorealizzazione.

Il processo di integrazione degli opposti implica necessariamente una funzione trascendente cioè la possibilità di accogliere i contenuti che affiorano dall'inconscio  senza giudicarli e quindi negarli.

Questo principio unificatore è evidentemente legato alla quadratura del sole al nettuno.

Fu questo approccio più olistico e meno causale nei confronti della psiche   uno dei motivi che causarono la rottura  tra Jung e il padre della psicanalisi, Sigmund Freud.

Rottura che, come si vede nei transiti del tema natale, avvenne nel 1913 con urano (cambiamenti, prese di posizione, distacchi) esattamente congiunto,  all'ascendente e opposto al sole.

(altro…)

Di Lara, fa