STEVE JOBS Visionario tecnologico

STEVE JOBS Visionario tecnologico

Il geniale creatore dell’Apple, Steve Jobs, nasce il 24 febbraio 1955, col sole in Pesci e l’ascendente Vergine.

Nel suo tema la genialità visionaria dei pesci si coniuga alla tecnica verginea. Mercurio, maestro dell’ascendente, in V casa in acquario è espressione di grande creatività, desiderio di emergere, di spiccare, di farsi notare attraverso il lavoro (asc.vergine) che trova nell’ambito  informatico (aquario) la naturale espressione.

Il piccolo Steve non crebbe con i suoi genitori naturali, perché alla nascita fu dato in adozione e la clausola che stabilì la madre per selezionare i genitori potenziali era che fossero entrambi laureati. Di fatto i coniugi Jobs non lo erano ma si impegnarono per iscritto affinché il bambino proseguisse gli studi.

Quindi, quel mercurio in V casa, settore dei figli, sembra proprio l’espressione di quella clausola…. la madre naturale che rinuncia a suo figlio ma si preoccupava che avesse le migliori opportunità educative dal punto di vista intellettuale (mercurio).

Allo stesso tempo in quel mercurio in V quadrato a saturno, pianeta che governa la cuspide della V, si vede il rifiuto di questo figlio. La freddezza del distacco è accentuata da venere in IV opposta a urano – giove in X. Saturno in III quadrato a mercurio riflette anche la separazione dalla sorella naturale, Mona Simpson, a cui si ricongiunse solo quando lei aveva 25 anni.

Nella vita di Jobs si ripropose la stessa esperienza di rifiuto  quando lui stesso non volle riconoscere la prima figlia avuta da una relazione giovanile.

Steve Jobs
Steve Jobs

Nella vita si rivive continuamente lo stesso modello, proprio perché ciò che  si manifesta è una forma. Non c’è alcun IO separato dalla totalità. C’è solo Vita che fa esperienza di Sé. E proprio cogliendo questa costanza ripetitiva che l’illusione della separazione può essere vista per ciò che è; appunto, solo un illusione.

Nel quadrato di mercurio a saturno c’è anche la mancata laurea. Il tanto agognato, dalla madre naturale,  titolo di studio non è mai stato conseguito perché   l’applicazione allo studio superiore, con le sue regole e obblighi,  non era  il suo forte (saturno – mercurio); inoltre la natura pescina, accentuata dall’opposizione di nettuno a marte,  è sognatrice, idealista, insofferente ai conformismi.  I pesci, si sa, aspirano all’infinito.

Così,  nel 1974 con nettuno in sagittario che le quadrava il sole, si prese un anno sabbatico e si recò in ritiro spirituale in India. Quindi, nessuna scelta, semplicemente vita che accade.

Quando tornò le  intuizioni presero forma (sole in VI casa, asc.vergine) e il 1 aprile 1976, con urano trigono al sole, nasce la Apple che diventa ben presto la gallina dalle uova d’oro della Silicon Valley.

L’8 aprile 1983 però segna l’inizio del cambiamento, inevitabile, visto quell’urano-giove in X quadrato a marte in VIII che riflette una certa irruenza, porte sbattute, tagli improvvisi, radicali cambiamenti….soprattuto nell’ambito professionale (X casa).

In quella data alla Apple arriverà il genio pubblicitario John Sculley; Tra i due ben presto si crearono profonde divergenze come è riflesso nel transito di plutone opposto a marte. Questo transito riflette l’emergere di  dinamiche di potere che possono degenerare in sopraffazione.

Anche in questo incontro si scorge l’unità della vita dove  non c’è alcuna reale separazione tra dentro e fuori. In prossimità di transiti significativi, appare sempre chi incarna e sembra provocare un evento in perfetta analogia con il transito stesso. Di fatto l’altro non è reale (nei termini di un entità separata dalla totalità) come non c’è nessun IO ” qui dentro”; c’è solo vita che si dispiega in innumerevoli forme che trovano nel simboli astrologici perfetta corrispondenza.

Così Jobs se ne andò ma si ripromise di riprendersi la Apple, prima o poi. E così accadde, 10 anni dopo quando la Apple acquisì la Next fondata dallo stesso Jobs.

Il tema mostra una personalità non certo facile. Nettuno in II che governa il sole pesci ed è opposto a marte  e quadra giove urano, riflette instabilità, inquietudine, confusione, nervosismo che si scarica sugli altri con atteggiamenti  aggressivi e dispotici. Inoltre la luna ariete in VII casa evidenzia reazioni impulsive e aggressive.

 La malattia, un tumore al pancreas fu diagnosticata nel 2003.  Nonostante il trapianto di fegato ( nel tema giove, che simboleggia il fegato,  è congiunto a urano, in analogia con il trapianto) le sue condizioni di salute peggiorarono fino alla morte avvenuta nell’agosto del 2011.

a cura di Lara Serafino

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.