Dal 15 giugno saturno rientra nel segno dello scorpione  dove ci resterà per tutta l’estate, esattamente fino al 17 settembre, per poi tornare definitivamente in sagittario.

Potevamo farne a meno ? certamente si, ma le cose stanno così, quindi vediamo un po’ cosa può rappresentare questo transito.

Dobbiamo tornare indietro agli ultimi mesi del 2014 per capire quale tematica tornerà in primo piano e dovrà essere riaffrontata e rielaborata.

Il pianeta del limite, della responsabilità,  e della realtà nuda e cruda torna nel segno della trasformazione profonda, del travaglio interiore, delle risorse nascoste e quindi inconsapevoli.

Dopo la “boccata d’aria” di saturno in sagittario, in cui abbiamo cominciato ad acquistare un po’ di fiducia e a gettare lo sguardo più lontano, con maggiore serenità ed entusiasmo sembra che rifaremo un passo indietro per concludere ciò che era rimasto in sospeso.

Anche a livello economico probabilmente ci sarà una flessione della timida ripresa segnalata in questa prima metà del 2015.

La tensione si placherà un po’ dal 02 agosto, quando il pianeta tornerà diretto.

I segni più coinvolti da questo transito saranno, ovviamente, lo scorpione, il toro, l’aquario e il leone, tutti della terza decade e tutti a doversi misurare, in misura diversa, con la “verità” per lungo tempo negata, dissimulata o posticipata.

Meglio andrà per il cancro e per i pesci che consolideranno una situazione esistenziale, lavorativa o amorosa.

a cura di Lara Serafino


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.