analisi TEMI NATALI

PIETRO MASO e Il narcisismo dell’ascendente BILANCIA

Nell’aprile del ’91 un efferato fatto di cronaca scuote l’Italia. Pietro Maso, con l’aiuto di alcuni amici, uccide a sprangate i genitori. Successivamente passerà il resto della serata in discoteca per crearsi un alibi. Sarà lui stesso, infatti, a chiamare la polizia, quando, rientrato a tarda notte dalla discoteca, fingerà di aver trovato i corpi dilaniati.

pietro_masoSubito le sorelle si insospettirono.  In particolare notarono che era stato emesso un assegno di 25 milioni di lire con la firma falsa della madre e nella rubrica telefonica trovarono diversi tentativi di imitare la firma.

Solo due giorni dopo, Maso crolla e confessa tutto.

I soldi rubati nel conto della madre erano serviti al gruppetto per l’acquisto di un auto, progetto che poi non era andato a buon fine, ma i quattro riuscirono comunque a spendere tutti i soldi nel giro di due mesi.

L’omicidio, nelle fantasie deliranti di Maso, era l’unica via di uscita per coprire il misfatto ed incassare l’eredità per poter continuare a godersi la vita tra discoteche e casinò senza darsi troppo da fare.

Ma definiamo le coordinate temporali e geografiche dell’omicidio. Siamo nei primi anni ’90 nel ricco nord est lontano dalla crisi economica dei giorni nostri.

Maso era il terzo figlio di una famiglia benestante e quel  sole cancro, permeabile come una spugna al comune sentire, è governato   dalla venale luna toro.

La posizione in IX casa, sia del sole solo positivamente aspettato, quindi molto forte,  sia di venere che governa l’ascendente bilancia, riflettono un animo sognatore, facilmente portato a prospettarsi grandi scenari dove figurarsi come protagonista.

Ci teneva particolarmente alla sua immagine, che curava nei dettagli (ascendente bilancia). Molti ricorderanno le foto del processo dove si presentava con  la giacca scura, la camicia aperta, il foulard a pois e l’aria strafottente.

“Ipertrofia narcisistica”, decreterà la perizia psichiatrica di Vittorino Andreoli. “Padre e madre percepiti solo come un salvadanaio da cui prelevare quando serviva, e da rompere se il bisogno lo richiedeva”.

La luna presenta molti aspetti tesi. Si trova in VII casa, rafforzando le valenze dell’asc. bilancia quindi il bisogno dell’altro, di essere accettato, di piacere. La luna opposta a giove nettuno in II casa,  sembra esaltare ulteriormente le valenze di avidità e possesso del toro e nettuno inserisce una sfumatura “maniacale”.

La luna è quadrata da mercurio in X e da marte in IV. Evidentemente i rapporti con i genitori non erano semplici. Mercurio in X riflette un temperamento tendenzialmente critico della madre,  probabilmente nell’intento di capire, comprendere il figlio, mentre il marte in IV fa pensare ad una figura paterna meno disponibile al confronto.

Certo che quelle incomprensioni, magari del tutto banali e inevitabili in una famiglia, nella fase adolescenziale di Maso, (mercurio = adolescenza) sono diventate divergenze insostenibili al punto da rendere i genitori talmente scomodi da dover essere eliminati.

Saturno in VIII casa opposto a giove nettuno in II è emblematico. Cosa lo separa dal godimento di quella ricchezza e benessere che in un prossimo futuro,  gli spetterà legalmente ? finché i genitori sono in vita, l’eredità – e quindi la ricchezza e quindi la vita comoda –  è vincolata (saturno in VIII).

C’è un altro aspetto rilevante in questa storia. Urano in XII casa quadrato rdx a venere in IX casa.

L’omicidio avviene con urano perfettamente opposto a venere. Ritengo che questo transito, in un contesto come quello che abbiamo approfondito fino a qui, abbia rappresentato un momento di totale distacco affettivo, totale assenza di coinvolgimento emotivo  dalla famiglia, elemento assolutamente indispensabile affinché ciò che è avvenuto potesse compiersi.

Ai giorni nostri Pietro Maso ha scontato la sua pena ed è un uomo libero. Esprime sempre il suo sole in IX casa quando dichiara

la fede mi ha salvato

 a cura di Lara Serafino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.