In questo momento e ancora per qualche settimana, tutti i pianeti, da giove in su, sono in fase Retrograda. Il giorno 27, a questi, si aggiungerà anche mercurio che inizia la fase R dai 25° della bilancia.

Ma cosa significa esattamente la fase retrograda per i pianeti lenti ? andiamo a scoprirlo.

Leggi anche Fase retrograda e zona d’ombra.

Giove in fase R

Giove è il pianeta della crescita, dell’espansione, dei viaggi e del senso e significato che noi diamo alla vita.

E’ un pianeta, perciò, molto estroverso, aperto e proiettato verso l’esterno.

Quando entra in fase retrograda questa energia rivolta alla crescita si contrae un po’ e inizia una fase di maggiore elaborazione.

E’ come se giove nella fase diretta partisse per i suoi viaggi esplorativi, pieno di entusiasmo e fiducia e poi, nella fase R, si dedicasse a mettere insieme tutte le informazioni ed impressioni che ha inglobato in sé per sintetizzarle e trasformarle in consapevolezza.

Il transito R di giove in aspetto di tensione (opposizione e quadratura) può essere piuttosto intenso perché, evidentemente, l’esperienza da elaborare è complessa.

Saturno in fase R

Saturno è il pianeta che ci riporta alla realtà, ci ricorda che non abbiamo solo diritti ma anche doveri e responsabilità. In fase R questa sua “lezione” diventa ancora più pesante e se ne siamo coinvolti è la fase più delicata del transito. E’ come se insistesse con più autorevolezza sulle questioni di cui dobbiamo occuparci senza darci tregua. Ricordo che, in realtà, non è saturno a fare qualcosa ma sta riflettendo, come in un gioco di specchi, ciò che sta accadendo dentro di noi.

Se viviamo questa fase riconoscendo gli aspetti di noi da rendere più forti, la morsa inizia ad allentare e la successiva fase diretta sarà molto meno tesa.

Urano in fase R

Urano è il pianeta del rinnovamento, del risveglio di quelle parti di noi che sono state soffocate da regole e modelli sociali e familiari. Quando passa dalle nostre parti ci sentiamo pieni di energia e di voglia di cambiare, se il transito è armonioso, oppure insofferenti e irrequieti se il transito è in tensione.

In entrambi i casi è tempo di fare scelte più in linea con ciò che siamo oggi ma può essere più o meno facile.

Quando inizia la fase Retrograda l’energia frizzante e instabile che rappresenta il pianeta smette di sollecitarci ad agire ma inizia a gettare le basi, dentro di noi, per quel rinnovamento che è ormai necessario. Di fatto, è una fase di adattamento interiore a quell’azione che non tarderà ad arrivare.

Nettuno in fase R

Nettuno è il pianeta/simbolo della trascendenza, di ciò che è più grande di noi ma che è, allo stesso tempo, la nostra essenza più vera. Nella sfera di nettuno non c’è più alcun controllo. Non c’è qualcosa che possiamo fare, qui c’è solo Essere.

E’ il pianeta che ci insegna la compassione, il perdono, la resa intesa come accettazione profonda di una situazione che non può essere cambiata. E’ un pianeta di dissolvenza e metamorfosi che ci ricorda che nulla è permanente e tutto è destinato ad evolvere.

Quando è in transito in quadratura od opposizione può essere molto destabilizzante. Sono circa tre anni di caos ma assolutamente preziosissimi.

In fase R la confusione che porta si fa ancora più intensa e di solito la resa di cui parlavo accade in questo momento, poi, quando il pianeta torna Diretto, riusciamo a focalizzare meglio dentro di noi quell’essenza che dovevamo trovare o ritrovare e ci sentiamo più centrati.

Plutone in fase R

Plutone è il simbolo di tutto ciò che è profondo e celato. Rappresenta per analogia la cantina dove accatastiamo ciò che vorremmo buttare ma di cui non riusciamo a disfarci. Intanto lo gettiamo lì, dimenticandocene, credendo di essercene liberati ma, in realtà, tutti i contenuti rimossi o negati sono estremamente potenti e “distruttivi”. L’unico modo per depotenziare plutone è riconoscere ciò che rappresenta per noi, portare alla luce i suoi contenuti nascosti. Solo in questo modo recuperiamo il nostro autentico potere.

In fase R il processo di elaborazione tra ciò che è in luce (ciò in cui ci identifichiamo) e ciò che è in ombra (negato, rifiutato) si fa più travagliato e intenso. Non sempre è così intenso, dipende da quanto ci siamo allontanati da noi stessi, ricacciando nell’inconscio aspetti fondamentali di noi.

Se ci si rende disponibili a questo processo di trasformazione, la successiva fase diretta di plutone si fa molto più fluida.

Quale transito stai vivendo ? e come lo stai vivendo ?

Se vuoi saperne di più delle energie che si stanno attivando nel tuo cielo interiore, scopri la Rivoluzione solare.

Lara

Rispondi