PETER PAN il fanciullo che non voleva crescere

PETER PAN il fanciullo che non voleva crescere

Ecco l’intressante tema di J.M.Berrie, l’autore della celebre romanzo Peter Pan. Mi aspettavo valori cancro ma non certamente la luna in capricorno, però, però….approfondendo un po’ si comprende anche il senso di questa luna.

Quindi,  vediamo  un po’ qual’è la sua storia. Ultimo di dieci figli, subisce da piccolino un grosso trauma. j-m-barrieIl fratello più grande, David, muore in un incidente di pattinaggio sul ghiaccio (mercurio leso da marte in VIII casa ).

Questo tragico episodio fece cadere la madre in una profonda depressione e tutti i tentativi di James di rasserenarla fallirono. Ma lui non si demoralizzò; iniziò addirittura ad indossare gli abiti di suoi fratello e a fischiettare come faceva lui. E così, piano, piano la mamma si riprese e tornarono a passare momenti felici leggendo classici della letteratura.

Sole toro in XII casa con venere, maestra del sole, all’ascendente che si trova nel segno del cancro e quadra nettuno.

Eccolo qui rappresentato l’eterno fanciullo che vuole divertirsi e giocare  creando mondi meravigliosi popolati da pirati e fate.

Ma venere oppone la luna in capricorno in VII casa. Venere, maestra del sole, oppone la luna, maestra dell’ascendente.

Il sole, inoltre quadra saturno che si trova perfettamente congiunto all’IC, il settore della famiglia, della casa, dell’infanzia.

Ora si comprende meglio  la figura di Peter Pan, il fanciullo che vive nell’isola che non c’è, il luogo magico dove evadere da una realtà che lui sperimentava come dura e priva di gioia.

L’opposizione luna venere riflette le due facce dell’immagine materna. La mamma depressa e lontana, fredda e scostante per la depressione dopo la perdita del figlio che sa diventare però anche dolce, affettuosa e piena di fantasia e calore.

Il calore della vita familiare però, gli è precluso (saturno in IV) e già a otto anni andrà a studiare in collegio fino alla laurea in giornalismo.

Scriverà diversi romanzi ma la notorietà la raggiunse con le opere teatrali che le assicurarono una buona stabilità economica (sole sestile a giove in II casa). Si sposerà con una attrice teatrale, tale Mary Ansell, ma il rapporto non funzionava, troppa freddezza e incomprensioni.

La svolta della sua vita avvenne nel 1897 quando, con giove in transito nella sua V casa, mentre si rilassava seduto in una panchina del parco assieme al suo cane Porthos, conobbe i coniugi  Davies e i loro cinque bambini ed entrò a far parte di questa grande famiglia.

Li frequentava assiduamente; gli offrì addirittura il suo cottage fuori città, il Black lake cottage, dove giocava con i bambini inventando quelle  appassionanti avventure di pirati che lo avrebbero ispirato  a portare in scenda Peter Pan (1902).

Qualche anno dopo il primo incontro con i Davies, il padre dei bambini morì e il suo legame con la vedova Davies, Sylvia, divenne sempre più intimo e affettuoso, tanto quanto si andava raffreddando il rapporto con la moglie.

E’ evidente che queste due figure femminili rappresentino il conflitto tra la luna in capricorno, incarnata dalla moglie che appariva fredda e scostante, e la venere in cancro, riflessa nella figura della vedova Davies, che incarnava il calore materno.

Ma pochi anni dopo morì anche Sylvia e a lui e alla nonna   fu affidata la tutela dei bambini.

La storia poi si fa sempre più triste perché  due fratelli morirono giovanissimi in guerra, un terzo morì annegato anche lui poco più che ventenne. Peter, l’ispiratore dell’eterno bambino, sopravvisse alla guerra ma dopo la morte dell’ultimo fratello ancora in vita, si suicidò.

James Barrie morì nel 1937 solo e senza eredi. Lasciò in eredità lo sfruttamento dei diritti d’autore ad un ospedale pediatrico londinese garantendogli una generosa prosperità.

L’opposizione luna venere, aspetto centrale del suo tema, si è riflesso,  nella sua vita, alternando situazioni di vita difficili e dolorose da cui poter evadere solo con la fantasia.

Le opposizioni incarnano aspetti estremi, che sembrano negarsi a vicenda, mostrando delle alternative comunque insoddisfacenti, ma sono sempre e solo l’apparente riflesso dell’unica luce.

a cura di Lara Serafino

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.