Nodo nord congiunto a Chirone - Lara Serafino
Vai al contenuto
Home » Nodo nord congiunto a Chirone

Nodo nord congiunto a Chirone

Nodo nord congiunto a chirone

Dalla fine di febbraio alla metà di marzo il nodo nord e Chirone sono strettamente congiunti intorno ai 17° del segno dell’Ariete.

La stessa congiunzione è avvenuta nel febbraio del 1969 mentre quella precedente a questa risale al 2008 e si è formata nel segno dell’Aquario.

Vediamo prima brevemente il significato dei due simboli e poi scopriamo cosa comporta questo aspetto.

Il nodo nord

Il nodo nord riflette la direzione evolutiva a cui siamo chiamati. Ognuno di noi ha il suo nodo nord personale, indicato nel tema natale, che segnala la direzione evolutiva del proprio progetto esistenziale. Il nodo di cui parlo in questo post è, invece, un transito che riguarda un po’ tutti noi. È come una freccia energetica che indica la direzione verso cui tendere e quindi quali qualità è il caso di sviluppare in questo periodo storico.

Ora il nodo nord si trova in Ariete dove si muoverà per tutto l’anno. Simbolicamente ci chiede di essere più decisi e risoluti, di lasciare andare quelle paure che ci bloccano e che derivano in particolare dal bisogno di ottenere conferma e approvazione degli altri. È il momento di affermare noi stessi in allineamento ai nostri talenti e alla nostra volontà.

Chirone e la ferita esistenziale

Chirone rappresenta invece la ferita che la vita ci infligge. Può essere più o meno dolorosa. A livello personale lo si può dedurre dagli aspetti che forma nel proprio tema natale. In questo post mi riferisco, come per il nodo, al transito attuale di questo punto astrale.

Chirone in Ariete indica una ferita legata all’affermazione di sé che può venire repressa o inibita. Con Chirone in Ariete si può concludere che affermarsi sia pericoloso oppure rischioso o, ancora, che non ne abbiamo il diritto o che non ne siamo capaci. Può derivarne molta rabbia che può sfociare in violenza, sopraffazione agita o subita. Chirone in Ariete rappresenta una ferita identitaria rispetto all’esistere, a prendere il proprio spazio, a sentirsi in diritto di esserci.

Significato della congiunzione

Il transito di congiunzione di questi due simboli sembra dirci che se vogliamo evolvere dobbiamo accettare una quota di sofferenza necessaria all’evoluzione stessa. Probabilmente sarà necessario lasciare andare l’attaccamento al risultato. Forse nell’affermare noi stessi in modo deciso e risoluto, come ci chiede il nodo nord, non otterremo esattamente ciò che desideriamo. Qui l’invito di Chirone è quello di non forzare le cose, di non incaponirci, di non sbattere i piedi per rivendicare ciò che vorremmo fosse nostro ma di lasciare andare la presa perché probabilmente la “vittoria” sarà ad un livello diverso, non della personalità ma dell’anima.

Un’altra ipotesi verosimile soprattutto quando questo transito forma aspetti tesi (quadratura e opposizione) è che la ferita Chironiana sia una sorta di “medicina” per chi sta gestendo la sua energia marziana in modo distorto in modalità aggressive o violente ma anche per chi è troppo passivo e accondiscendente. In questo caso questo transito può diventare un importante passaggio evolutivo perché attraverso questa ferita diventa urgente acquisire quella consapevolezza che può portare ad un importante presa di coscienza.

Ovviamente sono considerazioni generali da adattare alla propria specifica esperienza.

Lara
Lara

Mi chiamo Lara e sono un’astrologa dall’animo spirituale.
Ti aiuto a scoprire il potenziale evolutivo dell’astrologia. Seguimi iscrivendoti alla newsletter .

blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inviato tramite WhatsApp