Luna piena in Vergine - La magia dell'accettare - Lara Serafino
Vai al contenuto
Home » Luna piena in Vergine – La magia dell’accettare

Luna piena in Vergine – La magia dell’accettare

Luna piena in Vergine la magia dell'accettare

Luna piena a 5° della Vergine del 24 febbraio alle ore 13:31

Nei primi anni della mia attività di astrologa ricordo che le mie giornate erano full di impegni. Oltre agli incontri con i mie clienti c’era il sito da migliorare sia dal punto di vista grafico che funzionale. Così seguivo corsi di aggiornamento per acquisire le competenze necessarie per metterci mano in autonomia, scaricavo plugin con funzionalità aggiuntive, implementavo nuove procedure di navigazione nel sito. Poi c’erano i post da scrivere e pubblicare, il servizio mail da gestire con le automazioni di risposta automatica, ovviamente i form d’iscrizione ai servizi da creare, migliorare e testare.

luna piena in vergine
Luna piena in Vergine

Avevo appena lasciato un lavoro impiegatizio ma di fatto stavo riproducendo nella mia nuova attività la stessa modalità indaffarata e concitata. Quel mood era come un vestito vecchio che non riuscivo a lasciare andare.

In realtà, ora che mi guardo indietro, so che quel fare, fare, fare era un modo per non sentire. Sapevo che si mi fossi fermata solo un attimo, l’ansia, inquietudine e il senso di inadeguatezza mi avrebbero travolta. Sentirmi molto impegnata era come una diga che teneva a bada emozioni che temevo e a cui non volevo arrendermi, che preferivo negare piuttosto che affrontare. Stavo facendo finalmente la professione che amavo e questo rendeva ancora più inaccettabile al mio severo giudice interiore, ammettere la mia confusione.

L’energia della prossima Luna piena in Vergine ci invita ad osservare in quali modi cerchiamo di controllare la vita per proteggerci. Accade tutte le volte che ci sentiamo imperfetti, insicuri, non abbastanza. Invece di accogliere le emozioni che emergono le soffochiamo con un surplus di lavoro, con il senso del dovere o con il perfezionismo esasperato.

Poi la vita ha iniziato a darmi dei segnali piuttosto insistenti, impossibili da ignorare. Il corpo ha deciso di parlarmi attraverso disturbi fisici, in particolare dei mal di schiena talmente dolorosi che mi impedivano di fare qualsiasi cosa. Mi bloccavano dal fare così mi hanno costretta a sentire.

Il dono luminoso dell’energia Vergine è l’umiltà. L’umiltà ci riconduce alla nostra umanità, all’accettazione dei nostri limiti liberati dal peso del confronto e del giudizio. Le emozioni possono essere ascoltate e diventare una guida, una bussola. Sono come amici sinceri che vogliono solo il nostro bene. Da questo spazio di onestà con noi stessi possiamo iniziare ad amarci per ciò che siamo e a prenderci cura di noi.

Ancora oggi quando l’ansia torna a prendere il sopravvento, mi fermo e torno all’essenziale. Innanzitutto indago le miei emozioni e le porto allo scoperto. E poi vado con l’attenzione al mio corpo e lascio che mi guidi. Le sue contratture sono un promemoria a cui ora so dare ascolto. Nel suo linguaggio semplice mi suggerisce cosa sia meglio fare, una passeggiata piuttosto che ascoltare un po’ di musica o fare dell’esercizio fisico.

In questo ascolto attivo di ciò che si presenta, in questa morbida accettazione, essere e fare diventano un flusso spontaneo divinamente orchestrato.

Lara
Lara

Mi chiamo Lara e sono un’astrologa dall’animo spirituale.
Ti aiuto a scoprire il potenziale evolutivo dell’astrologia. Seguimi iscrivendoti alla newsletter .

blog

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inviato tramite WhatsApp