Luna piena in Capricorno – Forza interiore

Luna piena in Capricorno – Forza interiore

23 Giugno 2021 0 di Lara

Luna piena a 3°27 del capricorno del 24 giugno alle ore 20:40

La forza interiore è la protezione più potente che hai. Non aver paura di assumerti la responsabilità della tua felicità.
Dalai Lama

Nell’immagine la carta della Forza del mazzo The light seer’s tarot

Non mi ricordo l’ultima volta che sono andata in vacanza con mia madre. Devono esser passati almeno trent’anni.

Eppure quest’anno, per una serie di circostanze eccezionali, al mare sono tornata con lei. Solo noi due.

E non è come speravo, lo ammetto.

Luna piena in Capricorno

Credevo che le nostre divergenze caratteriali, amplificate dalle difficoltà della sua età e della convivenza full time, fossero ammortizzate dalle giornate di sole e di mare.

Ho sperato che l’intimità promessa dal nostro legame di sangue si risvegliasse tra la colazione lenta in giardino e gli spaghetti al sugo a pranzo cucinati come faceva lei quando ero bambina.

Ho creduto che la sua costante insoddisfazione e la lamentela compulsiva, lasciassero il passo al piacere di condividere giorni spensierati, insieme.

Dipendenza e autonomia

Invece, sotto i raggi luminosi di questa luna piena in capricorno, la distanza tra di noi mi sembra un abisso incolmabile.

Nel tendergli la mano incontro un muro di paure, insicurezze, rabbia e rancore per ciò che la vita non le ha dato e che lei non ha mai trovato la forza di rivendicare rimanendo, così, un eterna bambina sempre alla ricerca di una figura genitoriale a cui appoggiarsi.

Lei, nel cercare la forza fuori di sé, (ha saturno in VII casa in cancro), in mio padre, prima, in me, ora, ha smesso di crescere, ha rinunciato al suo potere e alla sua autodeterminazione.

Questa luna piena in capricorno, ci mostra, con inesorabile realismo, la distanza tra dipendenza e forza, invitandoci a riconciliarle.

  • In che modo, del tutto unico, nella tua vita prende forma questa simbologia ?
  • Il bisogno di appartenenza e di sicurezza cancerino come incontra la struttura saturnina ?
  • Quale delle due energie prevale ?

Forza interiore

In particolare, questa luna piena in capricorno, pone l’accento sulla nostra capacità di stare in piedi sulle nostre gambe per muoverci con sicurezza e libertà interiore, verso i nostri obiettivi.

L’energia del capricorno rappresenta l’ambizione, cioè la realizzazione nel mondo di ciò che siamo. Il massimo sarebbe fare la professione che sentiamo nelle nostre corde, in un ideale allineamento tra dimensione interiore (cancro) e sociale (capricorno).

Ma per raggiungere questo obiettivo dobbiamo esserci congedati dal passato, in tutti i sensi. Dalle aspettative della nostra famiglia d’origine che può averci condizionato negativamente rispetto al perseguimento dei nostri sogni. Oppure, da situazioni di vita già concluse ma in cui siamo ancora invischiati e che ci impediscono di guardare avanti.

Congedarsi dal passato non significa negarlo o rifiutarlo ma, piuttosto, comprenderlo e, quindi, accettarlo, farci pace, e lasciarcelo alle spalle, nella consapevolezza che sarà sempre dentro di noi.

Forza o durezza ?

C’è un sottile confine tra forza e durezza. Nello spronare mia madre a rendersi più indipendente (cosa che faccio da decenni, non solo da ora) lei sostiene che divento dura, severa. Inesorabilmente, il saturno che non ha integrato dentro di lei, lo vive nella (presunta) durezza dell’altro. E’ un circolo vizioso.

La rigidità, l’inflessibilità, il rigore, sono l’ombra dell’energia capricorno/saturno che emerge quando si rinuncia alla propria forza.

Allora sarà l’autorità esterna che ci darà le direttive a cui aderire perché cercheremo fuori di noi la sicurezza che ci manca.

Se viviamo la simbologia capricorno/saturno nella sua espressione ombra, l’attuale quadratura tra saturno (che governa la lunazione) e urano può esasperare un senso di ribellione, perché se deleghiamo il potere all’altro, oltre a rappresentare un punto di riferimento su cui appoggiarci, diventerà anche colui che limita la nostra libertà.

Invece di ingaggiare una lotta contro l’autorità esterna, è l’occasione per chiederci quale sia la nostra legge interiore.

E’ a questa legge che dobbiamo aderire.

Solo se diventiamo responsabili di noi stessi possiamo prenderci cura dei nostri bisogni, in modo flessibile e accogliente, senza cadere nell’indulgenza ma nemmeno nell’intransigenza.

Ora sono io responsabile di mia madre. A questo punto della vita i ruoli si invertono, è inevitabile (in effetti, lo sono sempre stati). Così le tendo il mio braccio per sostenerla prima di una passeggiata serale, ma mi sorprende con uno sguardo inconsueto, quasi sereno, rassicurandomi che ce la può fare da sola. La forza interiore è una conquista quotidiana, senza data di scadenza. Un passo alla volta.

Lara