LUNA Piena in CANCRO – La forza di un abbraccio

luna piena cancro

Da sempre ho sentito una dolorosa frattura tra il mio ruolo sociale e la mia dimensione interiore.

Il mondo mi rimandava un immagine in cui io non mi riconoscevo ma che per obblighi e necessità dovevo incarnare. 

Lo sforzo per aderire a quell’immagine è stato quotidiano. Per anni. Costante il senso di inadeguatezza e  la sottile consapevolezza di stare tradendo loro, che credevano in quell’immagine,  ma soprattutto, me stessa.

La casa è stato il mio rifugio, il luogo dove mi permettevo di essere ciò che sono, libera dalle aspettative e dalle richieste sociali.

Di recente questo incantesimo si è sciolto e  mi sono liberata dalle catene psicologiche che mi trattenevano in un ruolo che era un guscio vuoto di doveri e costrizioni.

E’ questa ambivalenza tra pubblico e privato che porterà in scena la prossima luna piena in cancro.

Il sole in capricorno  è simbolo di struttura, efficienza, autorità ma se queste non sono autentiche conquiste rimangono solo  maschere dietro cui nascondere le nostre paure e fragilità.

Questa luna piena evoca l’aspetto di opposizione o quadratura tra la luna e saturno quindi, se è presente nel vostro tema, questa lunazione riattiverà quell’antica ferita.

Chi ha questo aspetto da bambino ha imparato a negare i propri  bisogni,  a non sentirli più perché sentirli significava riconoscere che nessuno se ne sarebbe fatto carico e questo era troppo doloroso da accettare.

E’ in questo modo che la maschera dell’ efficienza comincia a prendere il posto dell’autenticità.

La luna piena e il Natale

Questa luna piena precede il Natale, festività che insieme al cenone, al panettone e agli immancabili auguri,  porta con se  emozioni intense spesso accompagnate da malinconia e tristezza, accentuate dalla quadratura a marte e kirone in pesci.

In questa occasione il divario tra ciò che è formale (capricorno) e ciò che è sostanziale (cancro) si fa acuto. Le luci sfavillanti che brillano ovunque, l’obbligo di essere felici e amorevoli stridono con sentimenti di solitudine, fallimento, inadeguatezza.

La pausa dal lavoro che dovrebbe favorire spazio e tempo per se stessi e i propri cari, fa emergere emozioni e sentimenti che abbiamo preferito accantonare e soffocare nella routine quotidiana.

E’ possibile che in famiglia o nella relazione si vivano situazioni di tensione e disagio o è piuttosto l’assenza di chi non potrà più essere con noi in questi giorni di festa a straziarci il cuore.

E’ inutile soffocare questa piena di emozioni. Non dovremmo essere più forti o più controllati. Va bene così. Lasciamo che questa ondata ci travolga e sciolga tensioni profonde eco di antiche ferite.

Il trigono di urano ai luminari è un invito a cambiare quegli schemi che ci hanno incastrato in situazioni dove abbiamo barattato la spontaneità con una sicurezza solo formale  così approfittiamo di questa luna piena per fare spazio al bambino ferito dentro di noi.

Per tutte le volte che non lo abbiamo ascoltato o riconosciuto nei suoi bisogni. Per tutte le volte che gli abbiamo detto sii forte, non piangere, non far capricci, non fare storie e forse aveva solo bisogno di un abbraccio.

E’ in questo abbraccio che riconosce e  accoglie tutta la nostra fragilità e immaturità che ricontatteremo la nostra autentica forza.

Buon Natale

Luna piena a 0°50 del cancro del 22 dicembre ore 18:50.

a cura di Lara Serafino

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.