Luna piena in aquario – Un battito d’ali

Luna piena a 29°36 dell’aquario del 22 agosto alle ore 14:01

Photo by Canva

Qualche giorno fa mi sono trovata bloccata in mezzo al traffico. Io non amo guidare, ne farei volentieri a meno e sapevo che muovermi per la città, intorno a mezzogiorno, non mi sarebbe piaciuto affatto, ma non avevo alternative.

Così le cose sono andate come temevo. Mi sono trovata bloccata in un ingorgo, per oltre 20 minuti con l’ansia di arrivare in ritardo al mio appuntamento. Ero decisamente nervosa, arrabbiata e insofferente. Maledetto traffico !!!

Luna piena in aquario

Finché un improvvisa chiarezza mi ha svegliata dal riflesso condizionato di trovarmi in auto e lamentarmi del traffico.

Io sono parte integrante dello stesso traffico contro cui mi scaglio !!!

Caspita, è proprio così, ed è così ovvio.

Questa consapevolezza in un primo momento mi ha fatto ridere di gusto, e poi rilassare.

La vicenda mi è sembrata in perfetta sintonia con la prossima luna piena in aquario. E’ la seconda luna piena che si forma nel segno. Solo poche ore dopo, il sole passerà in vergine.

L’energia dell’aquario, complementare a quella del leone, ci ricorda che siamo inesorabilmente parte della dimensione collettiva e sociale.

In questo momento storico risulta evidente come le scelte personali ci coinvolgano tutti e perciò non sono più, non lo sono mai state, solo personali.

L’acquario sostiene che tutto è connesso e collegato. Ogni nostra azione, pensiero, parola, intenzione ha un implicazione più vasta che tocca altre anime e l’ambiente stesso in cui viviamo.

Questo collegamento, così pervasivo, passa inosservato perché spesso gli effetti delle nostre azioni (o pensieri, parole…) non sono immediati.

Negli anni ’70 il matematico Edward Lorenz intitolò la sua conferenza Può il batter d’ali di una farfalla in Brasile provocare un tornado in Texas? e la risposta è si.

Certo, la tesi scientifica è complessa ed esula da questo post, ma il punto è che siamo parte di un sistema più grande su cui abbiamo un impatto, che ne siamo consapevoli o no.

Può essere interessante notare, ora, se:

  • Stiamo favorendo pace e serenità o conflitti e tensioni ?
  • Alimentiamo senso di integrazione o di separazione ?
  • Cerchiamo colpevoli da condannare o ci attiviamo in azioni costruttive ?

L’inquinamento che sta facendo morire il nostro bellissimo pianeta non è solo quello delle emissioni tossiche dei rifiuti che liberiamo in mare piuttosto che nelle strade e nell’aria. Su un piano diverso, ma non meno distruttivo, sono anche i pensieri (e le parole e poi i fatti) di odio, di violenza, di giudizio, di distruttività che portiamo nel mondo. Nei social, in particolare.

Condanniamo la brutalità altrui con altrettanta violenza. Così ci lamentiamo della violenza nel mondo senza vedere che siamo noi il mondo.

Lara

2 Comments

Rispondi