Abbiamo visto la simbologia di Lilith nel post Lilith, la misteriosa luna nera.

Lilith si muove in ogni segno per 9 mesi. In questo preciso momento è agli ultimi grado del segno del toro e il 18 luglio passerà in gemelli.

Lilith è un principio del femminile in ombra perché portatore di valenze prettamente istintuali e pulsionali perciò rappresenta ciò che non viene accettato facilmente nel contesto sociale e familiare in cui si vive. In positivo rappresenta una rivendicazione della libertà di esprimersi in modo scevro da imposizioni culturali e ruoli stereotipati.

Elisa Toffoli

Lilith nel segno dei gemelli è particolarmente libera e disinvolta nella comunicazione che diventa diretta e audace sia in quanto agita che subita. Il rapporto con i fratelli è fuori dagli schemi, anticonformista oppure molto conflittuale. Anche l’interazione con i coetanei può essere complicata, magari caratterizzata da invidie e gelosie. C’è molto bisogno di essere visti e riconosciuti. Mal si sopporta di rimanere indifferenti a chi ci circonda.

Lilith in gemelli nel tema di Elisa

Ho trovato Lilith in gemelli nel tema della cantante Elisa. E in effetti ho scoperto una cosa curiosa della sua infanzia. Il padre era legato alla madre ma, allo stesso tempo, aveva anche un altra famiglia con degli altri figli, perciò fratelli di Elisa, tra cui si divideva, passando del tempo sia con loro che con lei.

Lilith in III casa rappresenta un vissuto con i fratelli non convenzionale. La congiunzione di Lilith a giove opposto a mercurio evidenzia la difficoltà vissuta. Si proponeva un bel potenziale di famiglia allargata ma la separazione tra i fratelli che risultavano lontani e quasi estrani, rendeva tutto difficile.

Col tempo Elisa ha saputo instaurare rapporti sereni con i fratelli (lilith congiunta a giove).

Lilith in Gemelli nel tema di Totò

Un altro tema molto interessante che presenta Lilith in gemelli è quello del famosissimo Totò, Antonio De Curtis.

Totò, Antonio De Curtis

La sua Lilith si trova in IV casa congiunta a nettuno. Per approfondire la simbologia ho letto la sua biografia e ho scoperto che alla nascita non è stato riconosciuto dal padre. Questi, infatti aveva dei titoli nobiliari che gli rendevano sconveniente, per le consuetudini dell’epoca, sposare una donna, la madre di Totò, di umili origini.

Credo che questa Lilith rappresenti la lotta (anche legale, mercurio che governa Lilith è congiunto a marte) ingaggiata per molti anni della sua vita adulta per vedersi riconosciuti i titoli nobiliari che riteneva di vantare.

Addirittura si fece adottare, già in età adulta, da un nobile caduto in povertà che le avrebbe garantito il passaggio ereditario dei titoli, in cambio di un vitalizio.

Il giorno in cui fu ratificata l’adozione da parte del tribunale, il 26 marzo 1933, Lilith era tornata esattamente nella sua posizione di nascita.

Le ricerche per dimostrare le sue nobili origini lo coinvolsero attivamente per molti anni e richiesero anche un cospicui dispendio di denaro.

Simbolicamente la combinazione tra il segno dei gemelli, la IV casa e la congiunzione a nettuno hanno esasperato il bisogno di trovare un riscatto ufficiale al fatto di non essere stato riconosciuto alla nascita.

Il segno dei gemelli, dove si trova Lilith, può essere piuttosto snob, nel senso che dà molto valore ai criteri mondani prevalenti in un dato momento e vi si attiene. Evidentemente ai suoi tempi il titolo nobiliare era ritenuto qualcosa di grandissimo prestigio che lo avrebbe riscattato soprattutto dalla grande sofferenza patita per non essere stato riconosciuto.

Lara

Rispondi