Da tempo, ormai, sentivo che qualcosa doveva cambiare. Il mio percorso con l’astrologia doveva fare un passo avanti, doveva evolvere. Di temi natali ne avevo visti e discussi tanti e sicuramente abbastanza da non avere più dubbi sul valore inestimabile di questo strumento.

Se ti sei perso la tappa precedente, leggi L’astrologia – La crisi.

La discrepanza tra il mio lavoro di impiegata e la passione verso l’astrologia che, via, via negli anni era ancor più cresciuta e maturata, stava diventando sempre più netta e difficile da conciliare.

Ero divisa a metà, come segnala molto bene, nel mio tema, l’aspetto di opposizione tra giove e saturno.

Mi sentivo, da sempre, guidata verso un percorso di crescita personale e spirituale che, nell’astrologia, aveva trovato uno strumento efficace ma la quotidianità sembrava rinchiudermi in un ruolo in cui non mi riconoscevo più.

Ma dentro di me, il semino del cambiamento aveva attecchito e stava per germogliare (transito di urano congiunto a saturno, nettuno in quadratura al sole, giove in I casa) anche se le resistenze erano forti.

L’eclissi di sole dell’11 agosto 2018 ha sancito il punto di svolta. Con sole e luna appiccicati al mio MC e trigoni al sole, ho SENTITO, forte e chiaro, che era arrivato il momento di dare forma ai miei sogni.

Ebbene si, sarei diventata un astrologa, passaggio che poi si è concretizzato nel 2019 con giove congiunto al sole.

La vita ci chiama a realizzare il nostro progetto esistenziale.

Se siamo in ascolto, la direzione si svela.

Lara

Rispondi