Ogni segno dello zodiaco contiene una natura che è complementare al segno che le è opposto, così diventa più semplice capire le caratteristiche di un certo segno, studiandolo contemporaneamente al suo dirimpettaio.
LA DIALETTICA DEI SEGNIL’ariete, è il segno di marte, dell’affermazione personale, dell’iniziativa, così, al suo opposto troviamo la bilancia che è il segno dove non più io, ma l’altro diventa il protagonista, infatti è governato da venere, quindi la diplomazia e la mediazione, diventano caratteristiche fondamentali. Con l’altro ci si accorda professionalmente fondando società, collaborazioni, con l’altro ci si sposa che è sempre un patto di reciproca “alleanza”.
Il toro è il segno di venere, ma una venere diversa da quella che ha sede in bilancia, perché la venere toro è godereccia, amante delle comodità, sensuale. Così il toro si occupa della dimensione manifesta e tangibile della vita. Vuole vivere bene, senza farsi troppi crucci, godendo di ciò che la vita gli dà. Ma il suo dirimpettaio, lo scorpione,  gli ricorda che la vita con i suoi piaceri prima o poi finisce e la morte è una realtà da affrontare. Plutone governa questo segno così complesso, profondo, inquieto e a volte, contorto che guarda in faccia ciò che il toro nega.
I gemelli sono il segno di mercurio, veloce, leggero, disimpegnato, curiosissimo tanto da passare per superficiale perché non ce la fa proprio a fermarsi a lungo su qualcosa. E così ci pensa il sagittario ad approfondire, a rendere le informazioni (mercuriali) sparse, un insieme coerente (giove) affinché si possa raggiungere la conoscenza.
Il cancro è il segno della luna. Languido, tenero, infantile ha bisogno del sostegno del capricorno che, governato da saturno, sa portarsi sulle spalle il peso del mondo.
Il leone è, si sa, il re dello zodiaco. E’ governato dal sole e per questo ama risplendere ed essere al centro dell’attenzione. Di fronte,  troviamo l’alternativo aquario che non si riconosce in ciò che rende speciale il leone, non sopporta adeguarsi ai valori dei tempi e della società in cui vive. Lui è già oltre; è sempre avanti.
E infine il segno della vergine, governato, come i gemelli da mercurio, ma in questo segno mercurio diventa molto più pragmatico, meticoloso e soprattutto, discriminativo, dal momento che è fondamentale, per i nativi,  organizzare la realtà in modo funzionale affinché tutto sia perfettamente al suo posto. Mentre il disordine è dei pesci, segno nettuniano dove trionfa il caos o la perfetta armonia, dipende un po’, come lo Zodiaco ci insegna, ’ dai punti di vista.

Lara Serafino


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.