KIRONE in XII casa opposto al SOLE – Ramanujan Srinivasa

Ramanuja Srinivasa è stato il più grande matematico Indiano della storia, le cui scoperte hanno dato rilevanti contributi alla ricerca in questo settore;  ma, non solo. A questi brillanti risultati è giunto completamente da autodidatta.

ramanujanFacciamo qualche passo indietro fino all’anno 1887 quando nacque a Erode in India in un ambiente fortemente impregnato di spiritualità tanto che lui ha sempre creduto  fosse la divinità Namagiri   la “musa” che lo ispirava apparendogli in sogno e svelandogli i segreti dei numeri.

Si è dedicato fin da piccolissimo allo studio quasi ossessivo (sole capricorno in VI casa) della matematica al punto di trascurare qualsiasi altra materia scolastica tanto da essere stato bocciato più volte ed espulso da almeno due colleges.

Una caratteristica che lo contraddistingueva era una intensa ipersensibilità (asc.cancro, luna che quadra il sole ) verso ogni mancato riconoscimento,  insuccesso o  risultati a cui giungeva ma che non riteneva all’altezza.

Per esempio quando scopri che le relazioni trigonometriche a cui era giunto da solo furono scoperte un secolo e mezzo prima dal grande matematico Leonhard Euler fu per lui una mortificazione tale che si sbarazzo dei calcoli fatti non rendendosi conto che a tale traguardo era giunto completamente da solo.

astro_2a_305_srinavasa_iyngar_ramanuian-59558-3225Questa sua insicurezza profonda direi che è legata alla posizione di saturno, signore del sole, in II casa. Non si sentiva mai sufficientemente (VI casa) preparato. Non riusciva a riconoscere con obiettività le sue eccezionali risorse.

La svolta nella sua vita avvenne con l’incontro di H. Hardy, l’eminente matematico del Trinity College di Cambridge a cui il nostro aveva inviato alcune lettere con  alcune delle sue scoperte che colpirono profondamente l’accademico inglese affascinato dall’originalissimo bagaglio matematico di Ramanujan.

Hardy fu così colpito che grazie alle sue conoscenze riuscì a fargli ottenere una borsa di studio che gli permise di trasferirsi in Inghilterra.

Iniziò così la loro collaborazione.

Ma ben presto le cose presero una brutta piega. L’ambiente così culturalmente così diverso non fece che acuire la natura fragile ed ipersensibile di R. come è evidente all’ascendente  cancro con la luna che quadra il sole.

Si sentiva profondamente escluso e diverso, non riusciva ad integrarsi, ad adattarsi ad abitudini e modi di fare così lontani da suoi al punto che tentò anche il suicidio.

Kirone in XII casa opposto al sole in VI sottolinea come la ferita esistenziale legata al mito del centauro sia legata al senso di emarginazione. Kirone in gemelli, in particolare rispecchia l’ambito della comunicazione e dei contatti sociali, effettivamente  punto dolente per lui.

E’ morto a soli 32 anni di tubercolosi.

a cura di Lara Serafino

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.