JOHN NASH – A beautiful mind

L’eccezionale storia della vita del matematico ed economista statunitense, John Nash, è diventata nota ai più grazie al film A beautiful mind, dove viene raccontata, pur con una certa dose di libertà cinematografica.

Premio nobel nel 94 per la “pioneristica analisi degli equilibri nella teoria dei giochi non cooperativi” ha passato gran parte della vita ossessionato dai suoi demoni interiori causati dalla schizofrenia paranoide di cui era affetto e che si manifestò intorno ai trent’anni, con plutone in transito in III casa e saturno che opponeva mercurio plutone in XII casa.

La malattia si è manifestata con la convinzione che gli extraterrestri gli comunicassero, tramite i quotidiani, messaggi criptati che solo lui poteva decifrare a cui seguivano deliri in cui si sentiva il piede sinistro di Dio o il capo di governo universale.

Dal ’59 fu internato in clinica diverse volte anche in forma coatta.

Il tema mostra il sole gemelli in XII casa opposto a saturno. Mercurio, che governa il sole, è sempre in XII casa congiunto a plutone. Inoltre la luna, maestra dell’ascendente cancro, dalla X casa è quadrata da plutone e mercurio è quadrato da urano.

L’intelletto acuto e lucido del sole gemelli in XII casa è libero di spaziare senza confini e sovrastrutture intellettuali, accedendo ad intuizioni e connessioni innovative e geniali. Saturno che oppone sole e venere in VI casa, riflette  rigore intellettuale, ma anche il disagio del vivere quotidiano, tra diversità e  senso di inadeguatezza ai ruoli sociali che richiede un continuo sforzo di integrazione e  che troverà nell’insegnamento la migliore espressione (saturno è in trigono alla luna in X casa).

Il sole congiunto a venere rappresenta l’ ideale  ricerca di perfezione ed equilibrio che elaborerà attraverso una formula matematica. La ricerca si compie nel campo delle idee astratte, ma gli effetti si applicheranno in modo pratico  al settore economico; giove signore della VI casa è in X  in toro. La sua ricerca scientifica ha teorizzato il “punto di equilibrio” che si raggiunge quando tutti i giocatori conseguono sia il massimo guadagno personale che collettivo e nessuno può migliorare il proprio risultato cambiando solo la sua strategia.

In questa sua ricerca si scorge la natura della XII casa anche  per il carattere universale della sua scoperta.

 L’espressione del suo genio matematico, però, non è disgiunto dalla malattia. Mercurio e plutone congiunti in XII casa riflettono sia la profonda applicazione del suo pensiero su tematiche complesse sia le ossessioni che lo tormentarono e che erano accentuale dal coinvolgimento della luna, barometro dell’equilibrio interiore.

John Nash
John Nash

In particolare la fase più acuta della malattia si manifestò con plutone in transito in III casa, quando, evidentemente, contenuti mentali potenti e distruttivi (mercurio è congiunto a plutone e quadrato da urano) sono emersi alla coscienza.

Come si può vedere la storia dell’apparente vita individuale si svolge come la pellicola di un film, dove il potenziale senza forma e tempo dell’unica coscienza, sembra apparire con eventi che accadono nello spazio e nel tempo, riflessi puntualmente nei transiti.

Terminato il transito di plutone in III casa, la malattia ha una remissione tanto che Nash torna ad insegnare come docente alla prestigiosa università di Princeton.

Al suo fianco ebbe per tutta la vita (a parte una  fase di separazione) la moglie Alicia, che lo sostenne con grande sacrificio e dedizione (venere in XII) ma anche con  forza e determinazione (DS in capricorno e luna ariete cong.a marte).

La morte li colse insieme, improvvisamente, già ultraottantenni, a seguito di un incidente stradale. Urano congiungeva luna marte e quadrava mercurio plutone.

Ancora, il principio mercuriale distruttivo, si è manifestato.

a cura di Lara Serafino.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.