edith_piaf (1)Piccolina, minuta, sempre vestita di nero, ma con una voce grandiosa che l’ha resa un mito della  musica prima francese e poi internazionale. Edhith Piaf, della quale quest’anno ricorre il centenario della nascita, ha avuto una vita decisamente travagliata e dura; In particolare l’infanzia fu segnata da abbandoni e trascuratezze (saturno e plutone in cancro in VIII casa).

Nacque nei pressi di Belville, in Francia da Louis Alphonse e Anita Maillard, entrambi artisti del circo che si esibivano  in strada, lui contorsionista e lei cantante.

A causa dei gravi problemi economici e il disinteresse della madre,  la bambina fu affidata alla nonna materna che si rivelò subito incapace al ruolo.

La bambina così fu accolta dalla nonna paterna e crebbe nel bordello di cui era tenutaria. Nonostante non fosse certo un ambiente ideale per una bambina, fu circondata dall’affetto delle madmoiselles che vi lavoravano ( luna in gemelli in VII casa).

edith_piaf.Il padre era un artista del circo, quindi un uomo atletico con un ruolo  di spicco, di grande visibilità,  come sarà  lei  nella sua carriera di cantante (sole in I trigono a marte). Si sa che il padre tendesse ad eccedere con l’alcool (quadratura di giove in pesci in IV casa, settore delle radici paterne) tanto che quando nacque Edith sembra che si propose di cercare un ambulanza per soccorrere la moglie che aveva perso le acque, ma si fermò in un bistrot per festeggiare l’imminente nascita e arrivò all’ospedale, a parto avvenuto,  completamente ubriaco.

Lo stesso aspetto (sole sagittario con giove in pesci che lo quadra) riflette nella cantante la tendenza agli eccessi soprattutto di medicinali che assumeva per la depressione e per sopportare i dolori derivanti da diversi incidenti stradali (valori sagittario, sole – gemelli, luna e urano in III quinconce a saturno in VIII), ma riflette anche la sua grande fede e devozione religiosa.

Quando fu più grandicella, ma decisamente troppo piccola,  iniziò a cantare in pubblico (lavoro precoce – saturno in cancro), accompagnando il  padre nei suoi spettacoli.

Plutone in VIII casa, opposto al sole e signore dell’ascendente scorpione riflette una vita segnata da separazioni e  lutti oltre alla propensione per la depressione.

La figlia Marcelle Carolina, avuta a soli 17 anni, morì piccolissima a causa della meningite. La Piaf, non sapendo a chi lasciarla, la portava con sé negli spettacoli, facendole condurre una vita inadatta alla sua tenera età.

Più tardi, quando la sua carriera di cantante la lanciò in tutto il mondo (sole sagittario, marte in IX casa),  l’aereo diretto a New York in cui volava il suo compagno, il  pugile Marcel Cerdane, precipitò nelle Azzorre (saturno in VIII oppone venere).  La stava raggiungendo nel suo tour in America.

Imbottita di farmaci, riuscì a terminare i concerti, ma le sue condizioni di salute si aggravarono. Il massiccio uso di farmaci  le provocò la cirrosi epatica (sagittario con sole quadrato a giove – fegato).

L’immagine che dava di sé era rigorosa, sobria, essenziale. Sempre vestita di nero (venere in capricorno opposta a saturno)  ma la luna in gemelli in VII tradisce una dimensione relazionale inquieta nella ricerca di legami intimi ma leggeri, disinvolti, che non potevano essere troppo vincolanti (quadratura a marte in IX).

Gli si attribuiscono diversi amanti oltre ai due mariti e al grande amore, il pugile che morì nell’incidente aereo.

L’ultimo marito, più giovane di lei di vent’anni (luna gemelli in VII casa) Theo Sarapo, che lei stessa lanciò nel mondo della canzone, la sposò due anni prima della morte quando ormai le  precarie condizioni di salute segnavano impietosamente il suo fisico minuto.

Si spegnerà a Grasse a soli 47 anni.

a cura di Lara Serafino


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RIFLESSI della COSCIENZA
Assign a menu in the Left Menu options.