La storia dell’oceanografo e navigatore, Jacques Cousteau, è stata raccontata in un bel film, L’odissea, dove il registra ne traccia un ritratto  che va oltre l’immagine iconografica del grande esploratore dei fondali marini e ci svela una personalità piena di contraddizioni e “ombre”.

Per il grande pubblico è stato, il primo  divulgatore scientifico che ha portato sugli schermi le meraviglie nascoste e sconosciute del mare (marte e nettuno in cancro in X, carriera).

Il sole in gemelli  in IX casa riflette perfettamente la natura comunicativa ed eclettica  del divulgatore,  dell’esploratore e del visionario; la congiunzione di plutone al sole è il richiamo degli abissi marini che lo hanno portato a svelare i segreti del mondo del silenzio come lo definiva lui.

Mercurio, che governa il sole gemelli, nel segno del toro vuole catturare le immagini e comunicarle….vuole vedere. E lui era solito dire Il faut aller voir, bisogna andare a vedere….e così fece, andando a vedere di persona e ideando e sviluppando anche tutta una serie di attrezzature che permisero di rimanere a lungo nei fondali marini.

La moglie Simon, da cui ebbe due figli,  gli stette vicino tutta la vita e  lo accompagnò nelle avventure della Calypso, la nave che un miliardario irlandese le diede in affitto per il prezzo simbolico di un franco all’anno (ai tempi plutone di transito in XI era in sestile al sole).

Ma la loro relazione non fu semplice come testimonia la luna in leone in XI quadrata a venere in toro in VIII casa.

Quella luna rappresenta bene Simon, una donna libera e anticonformista che ha vissuto tutta la vita in mezzo ai marinai ma che allo stesso tempo in quella nave si sentiva la regina tanto da pretendere di essere l’unica donna che ci potesse vivere consapevole che il marito durante le soste in terra ferma, subiva il fascino femminile (luna e venere in quadratura). Venere in VIII riflette la ricerca di emozioni forti e clandestine. Da una relazione con un altra donna, che sposerà alla morte di Simon,  avrà altri due figli.

La venere in toro in VIII casa riflette anche il ruolo cruciale che ebbe Simon, di famiglia benestante,  nell’aiutare economicamente il marito all’inizio della loro avventura. E nella congiunzione a saturno rappresenta anche la figura di Simon come  punto fermo, l’ancora della sua vita.

Personalità forte, dominante, brillante, estremamente sicuro di sé  (sole cong.a plutone, giove in I) tra il ’60 e il ’70 conquisto una fama internazionale guadagnandosi anche la copertina del Times ma fu in quegli anni che perse di vista la vocazione ecologista di salvaguardia del mare  in favore di progetti sempre più grandiosi e megalomani come il trapianto delle branchie agli uomini e alla creazione di città sottomarine (dal ’65 inizia la quadratura di plutone al sole).

Fu per questo motivo che il figlio Philippe si allontanò da lui (urano oppone marte, rotture drastiche) deluso e amareggiato da tale cambiamento ma è stato grazie a questa sofferta rottura che Cousteau cominciò a riconoscere le derive di un ambizione sempre più al servizio  della sua immagine e cambiò rotta riavvicinandosi al figlio e fondando con lui la Cousteau Society nel ’73 (transito di saturno in X e  plutone, cambiamento profondo,  in I casa) con l’obiettivo di diffondere maggior consapevolezza riguardo al fragile ecosistema marino.

Purtroppo pochi anni dopo, all’età di 39 anni, Philippe perse la vita in un incidente con l’aereo che pilotava durante le riprese di un documentario.

Alla sua morte avvenuta nel ’97, Jacqques Cousteau ha passato il testimone al figlio Jean Michel e ai nipoti che hanno mantenuto il loro impegno per il mare.

a cura di Lara Serafino


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

RIFLESSI della COSCIENZA
Assign a menu in the Left Menu options.