Con il leone siamo arrivati al culmine dell’estate. La vegetazione è al massimo del suo fulgore, i frutti sono maturi pronti per essere colti, così come il Leone/casa V, rappresenta l’individuo consapevole della sua unicità e individualità, dopo il percorso fatto nei segni precedenti.

Il sole, che governa il segno, è la stella del sistema solare, il fulcro intorno a cui tutti gli altri pianeti girano.

LEONE SEGNO ZODIACALELa natura dei rappresentanti del segno esprime questa aura speciale, unica. E come il sole è circondato dai suoi pianeti che dipendono da esso, così il rappresentante del segno ha bisogno, al pari di un re,  di essere circondato da una “corte” che ne riconosca ed  esalti lo splendore.

Il leone nello stadio evolutivo

Dal punto di vista dell’evoluzione dell’uomo nella storia possiamo identificare la fase Leone nell’uomo del rinascimento che si è ormai affrancato dai bisogni della mera sopravvivenza;  è emerso da una condizione esistenziale di buio  e paure superstiziose (fase Cancro) si autodetermina in  modo autonomo (fase Capricorno).

In  particolare il Leone simboleggia la monarchia, perfettamente rappresentata dal Re sole, Luigi XVIII, famoso per la sua immagine  imponente, il suo potere assolutistico e lo sfarzo della sua corte dove si tenevano quotidianamente danze, balli, giochi e passatempi tra i più vari.

Il Leone/casa V è infatti anche  in analogia con ogni forma di divertimento e spettacolo, dal cinema, al circo, al teatro.

L’esplosione energetica originaria da cui è scaturito il sistema solare, si riproduce costantemente nel segno che rappresenta quindi anche la riproduzione intesa come generazione della vita e quindi, per analogia, ad ogni forma di creatività.

Le caratteristiche fin qui enunciate delineano la natura dei Leoni come individui di grande carisma, energia, orgoglio, fierezza e generosità, ma il rischio che questi aspetti declinino nella cafoneria e nella presunzione è sempre dietro l’angolo.

Le ombre del segno

La difficoltà, soprattutto se il tema non aiuta, è quella di una spavalda sicurezza in sé stessi che impedisce di valutare i fatti in modo  realistico e può portare a “cadute” rovinose da cui poi il Leone ha difficoltà a rialzarsi a causa dell’orgoglio che gli rende anche molto difficile chiedere aiuto.

Per lo stesso motivo sono molto permalosi e non accettano critiche e appunti che possono essere vissuti come lesa maestà.

Il leone che ha un talento, in qualsiasi campo: cantante, attore, sportivo, ma anche imprenditore, è baciato dalla fortuna perché esprime una luce autentica e la sua creatività è un dono per tutti quelli che ne sono toccati (collettività, XI casa).

La conquista per il leone è quella di non farsi abbagliare dalla sua stessa luce che può impedirgli di guardarsi allo specchio con realismo per raggiungere quella consapevolezza di sé essenziale per la sua evoluzione.

E’ anche il segno della tradizione, della famiglia, del padre che educa e non solo procrea come simbolicamente fa l’Ariete, e se il Cancro simboleggia questi aspetti in modo viscerale ed emotivo, il Leone li incarna  in termini di prestigio e potere.

Come tutti i segni di fuoco ha difficoltà a vivere nel contingente, ad occuparsi delle piccole incombenze spicciole della realtà, a immergersi nella materialità limitante della vita, incombenze e necessità di cui si occuperà, tra non molto, la Vergine.

LA LUNA NEL SEGNO

La luna in leone è regale e generosa. Il bambino con questa luna vede la mamma circondata da un aura speciale perché ha effettivamente un  ruolo prestigioso ed è oggetto di particolari attenzioni o perché ha una natura sicura di sé, fiera,  dignitosa e un indole da protagonista.

Allo stesso tempo il bambino con questa luna richiede molte attenzioni e se si sente ignorato cercherà in tutti i modi di attirare l’attenzione su di sé e di mettersi in mostra.

Lara Serafino


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.