CAPRICORNO, SEGNI ZODIACALI

IL CAPRICORNO

Ecco giunti al decimo segno dello zodiaco, il Capricorno, che apre la stagione invernale con il solstizio d’inverno che culmina nella notte più lunga dell’anno.

Già questi particolari ci introducono alla natura del segno governato da saturno. E corrispondenze ancora più evidenti le troviamo guardando fuori dalla finestra gli alberi privi di foglie, i terreni aridi e gelati. Tutto è secco, gelido e immobile e questa condizione ambientale inevitabilmente spinge a cercare di  ottimizzare le proprie risorse per affrontare la stagione gelida che è appena iniziata.

capricornoAllo stesso tempo il Capricorno, segno di terra, concreto, solido e realista è ben consapevole di dover dare tanto, senza aspettarsi niente.

Il bambino Capricorno è già un ometto giudizioso, serio e silenzioso che si responsabilizza molto presto e si gestisce con autonomia. Percepisce intorno a se un rigore che fa proprio e crea una barriera piuttosto rigida con l’esterno che difficilmente poi sarà scardinata.

Il Capricorno è quindi un segno intimista e come nel mondo vegetativo è tutto rivolto all’interno, nelle profondità della terra dove le radici che si sono espanse con fiducia nel segno del Sagittario  ora hanno raggiunto il limite massimo, così il nativo del Capricorno è rivolto al suo interno dove ha un mondo ricco e profondo ma che difficilmente riesce a condividere con gli altri da cui spesso si sente incompreso e all’incomprensione preferisce la solitudine.

Il sentirsi incompreso e lontano dagli altri spesso deriva da situazioni esistenziali effettivamente dure e pesanti che creano un bagaglio difficilmente comunicabile a chi non si trovi in situazioni analoghe.

Ed è proprio questa distanza difficile da colmare che spinge il nativo alla rinuncia. Non ne ho bisogno, posso farne a meno è un po’ il motto dei Capricorniani che conducono spesso una vita piuttosto spartana; in questo modo si mettono anche in condizione di mantenere la loro tanto cara autonomia e autosufficienza che chiaramente, se portata all’eccesso, diventa misantropia e alienazione.

Spietato con se stesso il Capricorno è altrettanto rigido e rigoroso con gli altri dal momento che non riesce ad immedesimarsi nelle fragilità e debolezze altrui che ha negato, prima di tutto, in se stesso.

Quindi, visto che i rapporti umani non sono il suo forte, il Capricorno è destinato a raggiungere la vetta da solo, come simboleggiato dal glifo del segno  che rappresenta lo stambecco che vive a suo agio in solitudine nelle vette più alte.

Questa ambizione può esprimersi sia in ambito mondano portando i nativi a ruoli di prestigio e potere, sia in ambito spirituale alla ricerca del massimo perfezionamento interiore. Non a caso il 25 dicembre si celebra il Natale, ricorrenza simbolica visto che è ignota la data di nascita di Cristo.

Il Capricorno, se trova il compagno, la compagna della sua vita, saprà essere un punto di riferimento solido e affidabile e non farà mancare nulla alla sua famiglia, eccetto effusioni e smancerie a cui proprio non sa lasciarsi andare.

Tende a godere di ottima salute aiutato anche dalle sue parche abitudini di vita. I punti deboli sono le ossa, lo scheletro, e più in generale la schiena che nella vecchiaia può incurvarsi proprio a causa di un eccesso di…rigidità.

Storicamente  siamo intorno al XVII secolo, quando  il  potere della Chiesa, divenuto ormai soffocante (fase Cancro), comincia a vacillare per il prevalere di un attitudine sempre più razionale e logica a discapito dell’emotività superstiziosa del medioevo. Siamo nella fase dell’illuminismo dove grande enfasi viene data alla ragione grazie alla quale si fecero importanti scoperte scientifiche applicate alla tecnologia nascente che decretò l’inizio di un economia industriale.

LA LUNA IN CAPRICORNO

La luna nel segno riflette una mancanza, un assenza di tutti i valori cari alla luna come la tenerezza, il contenimento caldo e affettuoso e  la dolcezza.

E’ probabile che la figura materna avesse difficoltà ad esprimersi in modo amorevole nei confronti del figlio, per i più svariati motivi sia caratteriali, sia per assenza oggettiva perché la madre era mancante perché deceduta o completamente assorbita dal lavoro o avanti con l’età.

Allo stesso modo, per chi ha questa luna risulta molto difficile esprimere i propri sentimenti e in particolare, rivelare le proprie debolezze che sono spesso negate anche a se stessi attraverso la razionalizzazione.

a cura di Lara Serafino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.