Il buco nero – Analogie e astro-riflessioni

E giove in sagittario, come immaginavo, non ci ha deluso. Ci ha promesso di portarci lontano in transito nel segno del suo domicilio e così è stato ad un soffio della sua inversione di marcia in fase retrograda.

Come a sottolineare che, per ora il limite massimo di espansione è stato raggiunto.

E siamo andati proprio lontanissimo .


Abbiamo scoperto una parte dell’universo che prima pensavamo fosse invisibile

ha detto Sheperd Doeleman, direttore dell’evento Horizon Telescope, durante la conferenza stampa che ha annunciato la diffusione dell’immagine oramai nota.

La carta è redatta nel momento in cui l’immagine è stata resa pubblica.

E non c’è dubbio che le analogie sono impressionanti. Anche se emergeranno poi altre intuizioni e connessioni.

Innanzitutto il sole si trova nel pionieristico ariete in aspetto di quadratura alla congiunzione plutone saturno nodo sud.

La congiunzione di plutone-saturno, in generale, rappresenta una intensa concentrazione di energia potenzialmente creativo-distruttiva, misteriosa perché è in nuce, non è manifesta, che al contempo viene bloccata, contenuta, delimitata.

E la definizione generale dei buchi neri come gli oggetti più distruttivi dell’universo, associata anche a “i muri di una prigione” dell’astronomo Avi Loeb, che è direttore della Black Hole Initiative ad Harvard rende bene la simbologia. Ciò che vi entra non potrà uscire e dove va a finire è un mistero.

Il quadrato a T tra giove in sagittario trigono a urano in toro, la luna in gemelli e venere, mercurio e nettuno in pesci si traduce con la diffusione di un immagine che fino a ieri l’umanità poteva solo immaginare e fantasticare. Oggi è realtà ma allo stesso tempo è uno stimolo che spalanca le porte a nuove fantistiche ipotesi.

Visto che il potenziale simbolico si esprime su vari livelli di manifestazione, l’immagine del buco nero legata astrologicamente anche al nodo sud congiunto a saturno plutone, sembra contenere un messsaggio da decifrare.

Il nodo sud

Il nodo sud rappresenta un modello evolutivo che ci trattiene in schemi di comportamento ormai superati che devono essere lasciati andare per evolvere .

Questa congiunzione sta portando a galla, ci sta mostrando, come modalità coercitive e distruttive di potere e supremazia cerchino ancora di affermarsi.

Ora sembra che possiamo vederle più chiaramente. Siamo pronti a lasciarle andare ?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.