APPROFONDIAMO L'ASTROLOGIA

I PRINCIPI PRIMI


In astrologia i pianeti possono essere considerati dei principi primi in cui la complessità della realtà manifesta, può essere ridotta nei suoi più essenziali contenuti.
Questi principi primi riflettono una tipologia di pensiero che viene definita, verticale, analogica-intuitiva, che si distingue dal pensiero orizzontale, logico-razionale.


 
     
     

Ogni pianeta infatti, rappresenta   un archetipo, cioè un contenuto che esiste  su un piano “ideale”, astratto e che corrisponde, in linea verticale, alla manifestazione su altri piani .

 

 


Un ulteriore espressione dei principi primi rintracciabili nell’astrologia è di carattere esoterico.
Dal punto di vista esoterico tutta la manifestazione è essenzialmente trina.
Ogni creazione e ogni evoluzione consiste in tre passaggi, il quarto passaggio introduce già una ripetizione della prima triade su un piano nuovo e diverso.
L’1  rappresenta l’unità originaria che si diparte dall’impulso. E’ quindi il principio attivo, creatore (maschile).
Il 2  è quel principio femminile, ricettivo, passivo, capace di accogliere l’impulso creativo dell’1 (opposizione, antagonismo)
Il 3, il risultato del rapporto  dell’unità (1) con l’opposizione (2), è neutrale.
Il 4 in sé non è niente di nuovo, è bipolare, perché da un lato è il risultato passivo della prima triade, e dall’altro è l’inizio attivo di un nuovo piano.
I primi tre segni dello zodiaco e poi il quarto, esprimo esattamente questi principi.
L’ariete è l’impulso creativo, il toro è il principio femminile, fecondante, passivo, i gemelli sono il ponte che unisce i due poli, che  mette in comunicazione e il cancro è la fucina dove tutto si amalgama affinché il processo possa continuare su un piano più alto.
Lara serafino

15 thoughts on “I PRINCIPI PRIMI

  1. Eppure penso di parlare e scrivere in italiano!
    Non sono mie idee come già ti ho spiegato ma é Astrologia!
    Anche chi si occupa di psicosomatica e arte conosce il collegamento tra certe simbologie senza sapere nulla di Astrologia.
    Se ci fermassimo alla tradizione dovremmo continuare a credere che il Sole giri attorno alla Terra!
    Mi arrendo comunque!
    Ciao

    1. Non ho nulla da aggiungere sulla simbologia se non constatare che hai delle difficoltà nel confrontarti, quindi se non ce la fai a comunicare in modo più rispettoso, evita di intervenire in questo blog, grazie.

      Lara

  2. Guarda Lara ti stavo inviando l’ennesima risposta ma per un errore non è partita.
    Non starò a riscrivere tutto perché era piuttosto lungo ma in sintesi ti dico che è inutile discutere su qualcosa che non è una mia opinione,idea o teoria su cui tu puoi essere o non essere d’accordo.

    Qui stiamo parlando di principi astrologici abbondantemente verificati nel tempo e non solo da me, e che sono L’ABC dell’astrologia. Io non invento niente semmai ho constatato e ho riscontrato con la logica e l’esperienza diretta.
    Se per te quelli sono gli archetipi del Toro continua a crederlo,non saprei che dirti oltre al fatto che sei fuori strada.
    La mia passione e i miei studi sono iniziati molti anni fa e questi principi sono stati nel tempo abbondantemente verificati e metabolizzati dalla sottoscritta e a mio avviso tu li stravolgi e quindi una discussione come questa non porta a niente .Io continuo a motivarti questioni astrologiche su cui non ci sarebbe neanche da discutere per quanto sono basilari.
    Potrei riscriverti tutto il papiro sul perché l’utero , secondo me, ma secondo l’astrologia è un valore cancerino ma se tu continui a dire che é taurino e nel farlo fai associazioni che per me e per molti astrologi non solo fanno acqua da tutte le parti,ma calpestano i corollari… inutile andare avanti ad argomentare che?

    1. Sonia, ma perché te la prendi tanto quando non si condividono le tue idee, convinzioni, opinioni ? 🙂

      Comunque, il fatto di ritenere l’utero governato da X mi sembra in linea con i dettami astrologici tradizionali, visto che a sostenerlo è anche la Morpurgo che ritengo degna di autorità in materia, non che condivida tutto ciò che ha detto, ma sicuramente questa analogia, la condivido.

      Le analogie mi sembrano evidenti e le ho già riportate.

      ciao 🙂

      lara

  3. Innanzitutto non è una mia opinione visto che è stato scritto molto al riguardo.Io sono semplicemente d’accordo perché ho conosciuto entrambi i segni. Il cibo come piacere della vita lo ritrovi in Toro ma nel senso di nutrimento lo ritrovi in Cancro,esattamente come il senso di protezione e l’attaccamento in tutti i sensi.
    Il Toro è un segno di terra e molto materialista e l’attaccamento è semmai verso i propri averi,rappresenta si la natura,la vegetazione e l’agricoltura e proprio per questo guarda ai frutti,ai prodotti della Terra.
    Inoltre il feto si sviluppa in un ambiente “acquatico” e il liquido amniotico ha corrispondenza con Nettuno e non è un caso il legame con la Luna in esaltazione proprio in Pesci.Quando si parla di Toro e Scorpione si parla di cellule e dei loro” contenitori”:ovaie e cellula uovo e testicoli e liquido seminale mentre Venere e Marte rappresentano rispettivamente il sesso femminile e maschile in senso stretto.
    Tutto ciò,come ti ripeto,non è una mia supposizione,idea o teoria.Non invento nulla ma ho semplicemente constato nel tempo la credibilità di questi archetipi sacrosanti e che costituiscono l’ABC dell’Astrologia.
    Buona domenica
    S.

  4. La luna,seno,pesci ?!
    Ma da quando? Mi sono persa un pezzo importante e non sono l’unica mi sa tanto…
    E quale sarebbe la motivazione astrologica che ne sta alla base e la conseguente verifica?
    Al momento Luna rimane archetipo del femminile ed il seno come l’utero ne sono l’ espressione massima. L’utero accoglie (ricettività lunare) il seno nutre con il latte simbolo assolutamente lunare che richiama la maternità e un’altro tipo di simbiosi tra figlio e madre attraverso l’allattamento.
    In alcuni temi femminili,aspetti dinamici tra luna ed Urano a volte (non sempre per fortuna) preannunciano intervento al seno.
    Fino a questo momento e senza valide argomentazioni,il Pesci con Nettuno rimane troppo indefinito,distante,non materno e nonostante Giove ,qui al cibo si è indifferenti!
    Non sono d’accordo nemmeno al riguardo dell’associazione segni -parti del corpo. Ma che significa?
    Se tendo all’anemia non devo avere per forza valori Ariete o altro…semmai avrò un aspetto dinamico di Marte-sangue-ferro!
    Un saluto Lara e come vedi questa volta non ce l’ho con te.
    Sonia

    1. Ciao Sonia…questa volta non ce l’hai come me, ma devi avercela per forza con qualcuno ?? 🙂

      Mi piacerebbe un sacco vedere il tuo tema, magari letto proprio da te, visto che te la cavi bene con i simboli….se ti va, apri una discussione nel forum.

      Tornando all’argomento, direi che l’utero non è lunare. La Morpurgo lo attribuiva a X/proserpina ed effettivamente ha una valenza più taurina di accoglienza protettiva….ma adesso non aggredirmi eh…. 🙂

      un caro saluto

      lara

    2. Buonasera Lara,
      il punto è che chi studia astrologia perché è appassionato sa che come ogni forma di conoscenza é necessario prima partire dalla teoria e poi verificare nella pratica e continuamente. Se qualcuno afferma qualcosa in più o di diverso dalla tradizione astrologica é solo che un bene perché si crea nuova conoscenza e si va avanti,ma le teorie dovrebbero essere argomentate in modo credibile che significa rifarsi ad un archetipo/principio che non può essere cambiato a proprio piacimento altrimenti si potrebbe dire tutto e il contrario di tutto.
      Io potrei anche affermare che 2+2 non fa 4 ma 7! Non ci sarebbe nessun problema ma devo dimostrarlo rifacendomi necessariamente a dei principi.
      Ti ringrazio della curiosità verso il mio tema non sono così egocentrica da metterlo in piazza e non credo possa interessare a molti sinceramente.
      Cmq per quanto riguarda la Morpurgo personalmente é stato un importante punto di partenza ma non lo considero di arrivo non solo per gli autori venuti dopo ma per la mia esperienza. L’utero,il feto io lo vedo lunare e il toro non l’ho mai visto come principio di accoglienza e ricettività. Proserpina è più probabile archetipo di ovaie come l’opposto Plutone lo è dei testicoli.
      Un saluto
      S

      1. ciao Sonia

        sono perfettamente d’accordo con te. Anche io ci tengo alla verifica concreta. La realtà è l’unica vera Maestra nell’interpretazione dei simboli. Comunque, rimango curiosa del tuo tema. Analizzarlo non centra con l’egocentrismo. Sarebbe un puro esercizio interpretativo 🙂

        Perché accomuni l’utero e il feto ? Certo che il feto è lunare, ma l’utero è il “contenitore” e il feto il “contenuto”.

        ciao

        lara

    3. Curiosona!
      Forse è più riservatezza in effetti e pensa che un’astrologa che ho conosciuto e con cui comunicavo via email,( esercita da più di trent’anni la professione)una volta mi ha chiesto la stessa cosa e ho risposto allo stesso modo. Tutt’al più potrei discutere insieme a te o a chi ne ha voglia del tema di qualcun’altro,poi non si sa mai se ci dovessimo incontrare e conoscere meglio tutto potrebbe essere possibile…Cmq è pieno di pregi!Scherzo

      Allora tornando all’utero, femminile ricettivo-contenitore e feto perché enfants,bambino,luna-infanzia. Se guardi il glifo del Cancro quello che sembra un69 é un rannicchiarsi,sembra un feto e quelli di questo segno o che hanno valori importanti in questo segno,sono sempre eterni bambini,spesso in negativo sono infantili infatti e cmq sia il Cancro è uno chiuso e generalmente sulla difensiva e il feto è un’immagine che effettivamente rispecchia bene questa principale caratteristica.
      Poi c’è da dire che la ricerca ha portato a constatare che diverse volte,( non sempre(perché dipende ovviamente dall’esame complessivo del tema) un aspetto dinamico tra Marte od Urano alla Luna,comporta interventi o cmq problemi al seno o all’utero da un punto di vista medico.

      1. Mmmmm, sei misteriosa….mah, vedremo…. 🙂

        Riguardo all’utero governato dalla luna, da quanto dici. Il punto è che X, se mai esiste, non è ancora stato scoperto (vedremo se sarà Eris) e quindi si possono solo fare delle supposizioni. Certo transiti alla luna e a venere come simboli, comunque, della femminilità possono riflettere problemi fisici che toccano gli organi femminili ma questa non è una prova inconfutabile dal momento che X non è ancora verificabile.

        A mio avviso l’utero svolge una funzione di “contenitore” avvolgente, sicuro, protettivo che quindi riflette bene la natura toro, per estensione, e allo stesso tempo ne riflette anche i risvolti più negativi, in termini psicologici, che sono la fagocitazione, la stretta asfissiante.

        Certo che ci sono delle sfumature di significato che possono confondere questo simbolo con quello lunare ma chiaro che sia così visto che sono tutti simboli del femminile materno.

        n.b. allora alla prossima analisi di un tema natale di un personaggio famoso che faccio, mi aspetto la tua partecipazione attiva…. 🙂

        ciao

        lara

  5. ciao Paolo

    che piacere leggerti. Grazie del tuo ricco contributo :).

    Devo dire che le associazioni che ho fatto nell’articolo non sono tutta farina del mio sacco. Avevo trovato un accenno nel libro “malattia, linguaggio dell’anima” di Dahlke, se non ricordo male, con mia grande meraviglia nel vedere scritto, nero su bianco, concetti che mi appartenevano da sempre.

    Devo dire che non sono d’accordo su alcune analogie che fai…..l’associazione luna – mamma – cibo – seno – latte credo che sia indubitabile.

    Anche associare il gatto a saturno mi sembra …strano.

    Comunque, ci accomuna questa meravigliosa passione per l’astrologia 🙂

    un caro saluto

    lara

    1. Scusami ma mi sono assentata e leggo solo ora.
      Hai presente la storia di Newton?
      Credo siamo tutti d’accordo sul fatto che se quel giorno non si fosse accorto della mela che cadeva,la forza di gravità anche se non messa in formula,avrebbe continuato ad esistere.
      Un principio,archetipo o chiamalo come vuoi esiste da sempre e a prescindere al di là del fatto che qualcuno lo scopra oppure no.

      Il Toro è governato da Venere in secondo domicilio,ma chi è il suo primo governatore? Sicuramente un pianeta nelle qualità opposte e complementari a Plutone e di quelli conosciuti non ce n’è.Quindi sarà necessariamente qualche pianeta ancora inesplorato astronomicamente parlando,ma comunque sia e qualsiasi sia il suo nome è la sostanza che conta e le sue qualità che caratterizzano il segno e permette la comunicazione-corrispondenza tra Toro-Scorpione.
      Nel Toro c’è possessività che non è asfissia,né simbiosi. Al di là della teoria,hai mai conosciuto bene un Toro e un Cancro?
      Ovvio che se hai conosciuto un Sole in Toro che poi aveva una Luna,esempio,in Cancro,devi essere in grado di capire quando si esprime l’una e quando l’altra.Ma rimane sempre il discorso dei principi che sono come corollari e il Cancro tra i moltissimi simbolismi,vanta quelli della maternità con conseguente apprensione ed ansia e quelli dell’infanzia e ricerca di protezione.Quella del Toro,semmai,è ricerca di sicurezza materiale lontanissima da quella affettiva del Cancro.
      Mi riferisco ai segni come archetipi.

      Per un’eventuale interpretazione,va bene ci sarò ,fammi sapere se non me ne dov’essi accorgere.
      Un abbraccio
      La donna misteriosa

    2. Sonia

      l’utero non ha niente di affettivo, visto che attribuisci questa valenza al cancro, l’utero attiene proprio alla sicurezza taurina. E’ la terra fecondata dove attecchisce l’embrione (lunare), lo contiene, lo nutre, lo protegge semplicemente perché è nella sua funzione farlo.

      alla prossima

      lara

  6. Ciao Lara, complimenti per il sito, che non conoscevo.

    Semplice ed interessante l’esposizione che fai, rara nel suo genere, tra stagioni e pianeti, certamente vere; anche più raro ed interessante quelle tra pianeta, pianta, ed animale.
    Se posso vorrei fare alcune precisazioni proprio in merito a questa ultima analogia, cioè quella tra pianeta, animale, pianta, corpo, malattia ecc, che, credo, farà molto felice i tuoi appassionati lettori; vedo che, solitamente, attrae molto interesse.
    Hai suddiviso tra Luna e Saturno, immagino per dare un principio ed una fine alla tua analisi, cosi come avviene in natura con il principio lunare ed il termine ultimo rappresentato proprio da Saturno. Per le piante non possiamo fare una suddivisione tra arbusti per Saturno ed altri tipi per la Luna. La luna infatti rappresenta quel principio generativo, protettivo femminile tipico di piante come il fico, il cavolo, i funghi ad esempio. Quindi molto differenti tra loro. Saturno invece rappresenta tutte quelle piante di confine, che si usano proprio per delimitare qualche cosa. Le siepi, i cipressi, ed in generale tutti quegli alberi forti e robusti che, assieme a quelli di Giove, sono usati dai carpentieri per la realizzazione di materiale edile forte e duraturo. Saturno è un pianeta forte, cosi il legno delle piante a lui analoghe. Luna è fragile, femminile, non adatta a legname da costruzione. Infatti prova a salire su di un fico: se non fai attenzione il ramo si spezza all’improvviso come fosse un grissino e finisci giù.
    Vero per analogia l’appartenenza dello scheletro a Saturno, ma il seno non appartiene alla Luna in quanto i vari organi del corpo umano appartengono al segno zodiacale non al pianeta direttamente. Unica eccezione è fatta proprio per lo scheletro che è saturnino per eccellenza, ed infatti quando hai le ossa fragili o demineralizzate ti si consiglia l’assunzione dell’equiseto, pianta saturnina per eccellenza. Ma il seno, in quanto organo non funzione, appartiene ad un segno zodiacale, nello specifico quello dei pesci. La Luna invece è signora di Cancro, quindi sovrintende lo stomaco, il duodeno, il midollo spinale ed il cervello; i posti con l’acqua e quelli che emettono i globuli bianchi.
    In quanto agli animali, sinceramente non saprei se lo stambecco appartiene a Saturno, ma certamente vi appartiene il gatto, da sempre protettore della casa dagli spiriti maligni, ed in qualche modo considerato il “focolare” della casa. Egli infatti prende le energie negative e le trasforma in positive (anche se solo per lo stretto tempo della sua permanenza nel luogo). Non segue, solitamente, il padrone, ma rimane nel luogo dove vive, al contrario ad esempio del cane. Cosi come Saturno è il fuoco in materia, anche il gatto è il focolare di casa. All’archetipo lunare invece appartiene il cane, ed il lupo ovviamente, che, quasi ipnotizzato dalla luna piena, si erge in preghiera ululando la notte verso la luna.

    Sperando di aver dato un valido contributo al tuo bel sito, e augurandoti i migliori studi ed un buon cammino, ti saluto, e saluto tutti i visitatori.

    Paolo
    http://www.astrologiaebenessere.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.