APPROFONDIAMO L'ASTROLOGIA

I modelli della relazione – La relazione uraniana

Quando mi riferisco ad un modello di relazione intendo l’attitudine che prevale nella persona a livello affettivo.

Quindi, di solito, il modello che viene vissuto è sempre lo stesso. Cambia il partner ma, sostanzialmente, il modello rimane inalterato.

Nel tema i vari modelli saranno segnalati da aspetti di urano, plutone, nettuno o saturno a venere. Oppure la presenza di questi pianeti in VII casa. Non necessariamente un determinato modello è negativo o sbagliato. E’ semplicemente caratteristico e ripetitivo.

Leggi anche La relazione saturniana.

Leggi anche La relazione nettuniana.

E anche La relazione plutoniana.

Il “problema” si pone quando la relazione diventa fonte di grande sofferenza. In questo caso è probabile che si attribuisca all’altro il potere di lenire l’antico dolore d’amore che fa capo sempre al sentirsi separati.

Ma l’altro non può farlo perché è lo specchio di questo dolore. Il dolore può essere solo sentito e quindi, dissolto come l’onda che si credeva separata, ridiventa uno col mare.

Il modello uraniano

Il modello che vorrei approfondire in questo post è il modello uraniano.

E’ un modello dove c’è grande libertà reciproca. La persona di solito mantiene spazi molto personali a cui non intende rinunciare e appare poco interessata ad impegnarsi in una relazione stabile e soprattutto a stabilire vincoli istituzionali.

Ha bisogno, piuttosto, di sentirsi libera di scegliere ogni giorno il partner finché il trasporto, il sentimento e il desiderio sono intensi e autentici.

Può esserci però la difficoltà a rimanere all’interno di una relazione nel momento in cui questa si fa più intima e profonda.

In questo caso emerge l’antica paura dell’instabilità vissuta nell’infanzia dove si è sperimentato che all’improvviso il legame si poteva interrompere e che non c’era nessuna garanzia di continuità.

Si preferisce, così, chiudere una relazione prima di essere troppo coinvolti dal rischiare di essere lasciati e rivivere quel senso di insicurezza.

In altri casi la stessa dinamica assume una forma diversa.

C’è chi non è consapevole del suo bisogno di cambiamento, rinnovamento all’interno della relazione, perché, magari, prevalgono altre istanze di stabilità, di continuità, di adeguamento a ruoli sociali tradizionali.

In questo caso è possibile che l’instabilità affettiva venga subita. E’ sempre l’altro che ci lascia ma in realtà l’altro sta portando a galla il nostro bisogno di rinnovamento che non riusciamo a vivere consapevolmente.

L’analisi del tema natale

Il tema natale è la foto della posizione dei pianeti nella volta celeste scattata nell'esatto istante della nostra nascita. Come ...
Leggi Tutto

Rivoluzione solare

Vuoi conoscere quali energie saranno attivate nell'anno che va dalla data del tuo compleanno a quella successiva. Cosa puoi ottenere ...
Leggi Tutto

Parliamone insieme

Spesso parlare di una situazione che ci sta a cuore e in cui sentiamo disagio, è il primo passo per ...
Leggi Tutto

❣Lara

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Scrivimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: