Giove in pesci – La resa – Lara Serafino

Giove dal 29 dicembre passerà in pesci dove transiterà fino a primavera inoltrata. Poi si sposterà in ariete e, da ottobre fino a fine anno 2022, tornerà in pesci.

Il segno dei pesci è l’ultimo dello zodiaco e giove è uno dei suoi governatori insieme a nettuno. In questo segno giove può esprimere bene la sua natura dilatatoria e accrescitiva perché trova spazi infiniti dove muoversi.

Giove è soprattutto sinonimo di fiducia. A livello collettivo, il segno in cui transita, indica ciò in cui, in quel dato momento storico, riponiamo fiducia. Nel segno dell’aquario, da dove sta per uscire, molti di noi hanno confidato nella ribellione ad un sistema ritenuto anacronistico, riponendo fiducia in una visione alternativa e non conformista. In tanti, abbiamo creduto in una società più giusta che riconoscesse pari diritti e dignità a chi si sente discriminato per motivi legati all’identità di genere.

Giove in aquario ci ha, soprattutto, fatto interrogare su cosa sia per noi la libertà, su come possiamo conquistarla e/o difenderla e cosa significa perderla.

Ovviamente, ricordiamoci che i transiti sono una “sfida” a cui reagiamo in base alle nostre, personalissime, credenze, opinioni, paure, punti di vista. E quindi sono, sempre, un opportunità di maggiore consapevolezza.

Il passaggio di giove da un segno all’altro riflette anche il senso di delusione, inevitabile, che comporta la simbologia di questo pianeta. Giove rappresenta sempre una grande promessa che non può essere completamente mantenuta, o almeno non nelle grandiosi aspettative del pianeta.

Così ora è tempo di giove in Pesci che, segnala una fase, generalizzata, di

Resa

Giove in pesci è reduce dalla “delusione” più recente, rispetto alla fiducia riposta nella ribellione al sistema.

Nell’ultimo segno dello zodiaco, giove, dopo aver percorso tutto lo zodiaco con grandi aspettative in parte sempre disattese, ora non gli resta che riporre la sua fiducia su qualcosa di immateriale e intangibile.

Il senso profondo della resa, dal punto di vista spirituale, non è, però, una sconfitta e nemmeno rassegnazione. E’, piuttosto, un’apertura alla realtà così com’è, nell’intima consapevolezza della perfezione insita in ogni esperienza.

Salvezza

Giove insieme a nettuno, anch’esso in pesci, sono i pianeti che evocano l’aspirazione umana alla salvezza.

Anche in questo caso si tratterà di interrogarci su cosa significhi per noi Salvezza.

E’ evidente che la presa di coscienza generalizzata, in quest’epoca storica, della nostra vulnerabilità per le ragioni a tutti note, ci pone di fronte a interrogativi che toccano la nostra sfera spirituale.

Il transito di giove in pesci espanderà il bisogno di affidarci a qualcosa di più grande.

Ispirazione

L’anelito ad una maggiore ispirazione ed elevazione da questioni meramente contingenti ci spingerà verso l’arte, la musica, la danza, e tutte le altre forme di creatività che ci permettono di trascendere i limiti del quotidiano. Potremmo essere colti da nuove ispirazioni, visioni, chiarezze improvvise che arrivano da piani vibrazionali più alti e che espandono la nostra consapevolezza.

Compassione

Giove in pesci ci riconduce alla naturale condizione di unità tra tutte le cose e persone. Ci ricorda che non c’è nessuna reale separazione tra noi e la vita, se non nella percezione erronea, perché limitata, dei nostri sensi. Perciò come possiamo rimanere indifferenti al dolore dei nostri fratelli, qualsiasi sia il colore, la cultura, la provenienza e fede ? la compassione è la consapevolezza che il dolore dell’altro è esattamente come il nostro e, questa evidenza, ci avvicina.

Sensibilità

La sensibilità sarà accentuata e, per chi ne è coinvolto personalmente, le emozioni possono diventare debordanti, molto intense, ingestibili. Potremmo lasciarci andare alle lacrime e sarà liberatorio, una sorta di lavaggio profondo di tutte le emozioni che ci stagnavano dentro. Ci sentiremo toccati da cose che prima ci lasciavano indifferenti e sentiremo tutto con maggiore pathos e coinvolgimento.

Illusione, delusione, confusione, fuga

La natura indifferenziata dei pesci può portare anche ad illuderci o a sperimentare confusione, ansia, inquietudine, smarrimento. Potremmo non avere più chiarezza rispetto ai nostri progetti. Possiamo perdere motivazione e lasciarci prendere dallo sconforto perché ciò in cui abbiamo tanto creduto sembra dissolversi sotto i nostri occhi o sembra non essere più così importante come credevamo.

Possiamo farci conquistare da credenze e ideologie che fanno leva sulle nostre fragilità, paure e insicurezze ma che sono più una fuga dal disagio di vivere che un apertura alla Vita. Fate attenzione.

I segni che vivranno l’aspetto teso sono:

  • I gemelli
  • Il sagittario
  • La vergine
  • I pesci

Il segno dei pesci vivrà la congiunzione che è sempre un aspetto delicato perché esalta molto la natura del segno e quindi tutte le, eventuali, debolezze che ci sono.

Un bel trigono per lo scorpione e il cancro che vivranno una fase di espansione e crescita. Bene anche per toro e capricorno.

Per gli altri segni e più significativa la casa (sfera esistenziale) dove avverrà il transito.

Lara
Latest posts by Lara (see all)

Rispondi