analisi TEMI NATALI

DJ FABO – La LIBERTA’ non tollera confini

26 marzo 2017

Si chiamava Fabiano Antoniani e aveva compiuto da poco 40 anni quando il 27 febbraio scorso con un morso ha attivato l’immissione dell’iniezione letale che l’ha liberato dalla “gabbia” come lui definiva la sua condizione di paraplegico e cieco in cui era piombata dopo un grave incidente accaduto nel giugno 2014.

Dj Fabo – Fabiano Antoniani

Guardando il tema posso immaginare quanto  abbia sofferto in questa condizione.

Aveva iniziato come broker assicurativo, professione in analogia con l’VIII casa, che insieme  all’aspetto di opposizione di saturno al sole,  lo vedeva, nella prima parte della sua vita, inquadrato in un ruolo professionale più tradizionale ma poi più tardi,   l’amore per la musica e per una vita più libera, avventurosa e creativa ha prevalso, rispecchiando l’aspetto del sole a giove, il sestile a nettuno e alla presenza di urano, maestro del sole,  in V casa.

La passione per i viaggi lo hanno portato in India  insieme alla compagna Valeria, dove amava esibirsi (venere in X) e dove ormai era un dj affermato che sapeva abilmente animare  le notti di Goa, Bahri Alan Tyka, in arte Bahri Djinn.

Eppure il suo urano è quadrato da saturno. Il principio di libertà si misura con il limite. L’estrema vitalità di urano in V deve fare i conti con l’impedimento, il blocco, l’immobilismo.

E purtroppo così è avvenuto il 13 giugno 2014.  Mentre  sta tornando da un dj set in un noto locale milanese. Sulla strada del ritorno, mentre viaggia a bordo della sua auto, in piena notte, gli sfugge il telefono di mano, si china una frazione di secondo per afferrarlo, quando riprende il controllo del volante sbanda  e impatta contro un’auto che procede lungo la corsia di emergenza. Lo scontro è atroce e la diagnosi non lascia speranza: cieco e tetraplegico, condannato a restare immobile per il resto della vita. Prigioniero del suo corpo.

I transiti significativi di quel giorno ritengo che siano urano, signore del suo sole, che oppone plutone, maestro della V casa (creatività, espressione di sé) e che inizia la quadratura all’ascendente cancro insieme a  saturno che ha  appena iniziato a quadrare il  sole.

Anche giove che è appena entrato in I casa è significativo. Nel tema rdx è  quadrato al sole che si trova in VIII casa, combinazione che fa pensare alla tendenza alla spericolatezza, ad un eccesso di sicurezza si sé che può diventare  rischioso in determinate situazioni.

Il passaggio di giove in I può avere accentuato questo tratto caratteriale; poteva sentirsi particolarmente esuberante e spavaldo e quindi, meno attento e prudente.

La  luna in bilancia maestra dell’ascendente cancro si trova in IV casa e nell’aspetto di quadratura a mercurio e marte riflette bene il suo vissuto emotivo di questi anni così difficili.

La sua battaglia per ottenere un sollievo legale alle proprie sofferenze in patria deve averlo fatto sentire incompreso, deluso, scoraggiato, attaccato;  la sua “ferita” (kirone oppone la luna e quadra marte, mercurio)  ha riaperto il dibattito pubblico (kirone in X) sulla delicata tematica dell’eutanasia.

Il giorno della morte il suo sole riceveva splenditi aspetti; il trigono di giove e il sestile di urano come a significare che il suo desiderio di libertà si stava, finalmente, compiendo.

Inoltre mercurio era in trigono alla luna: si era sentito ascoltato, capito da chi l’ha accompagnato nel suo ultimo viaggio. Saturno era in trigono a kirone. La sofferenza è finita.

a cura di Lara Serafino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *