analisi TEMI NATALI

AMY WINEHOUSE – Tormentata Vergine

E’ troppo breve la biografia di questa straordinaria cantante morta a soli 27 anni. Nel breve tempo che ha vissuto ci ha regalato splendide canzoni ma  non è stata altrettanto gentile con se stessa.

Problemi con droga, alcool e disturbi alimentari hanno tormentato la vita dell’artista che se ne è andata, come dichiara l’ultima versione ufficiale, per un intossicazione da alcool che le ha bloccato la respirazione.

AMY WINEHOUSE TEMA NATALEI problemi respiratori, in effetti, le appartenevano da anni. Nel 2008 fu ricoverata per enfisema polmonare; il tema ci mostra un sole Vergine congiunto al suo signore mercurio, governatore anche all’ascendente gemelli; mercurio, pianeta dominante del suo tema,  governa, tra le altre cose, proprio la respirazione.

« Tutto mi dà ispirazione…Tutto ciò che accade nella vita… » questa sua dichiarazione riflette il suo sole vergine in V casa. Le piccole cose di ogni giorno, del quotidiano diventavano oggetto delle sue canzoni. Annotava in un diario ciò che più la colpiva intorno a sé  che poi diventava musica.

Eppure era infelice,  tormentata, instabile.

Il suo tema rivela un contenuto interiore contraddittorio e complesso che non ha saputo gestire. La terra, del sole Vergine e della luna Capricorno, esprimono una natura concreta e pratica ma sono stimolati da nettuno che disgrega e  dissolve.

Questa profonda instabilità è esasperata dalla posizione del sole in V casa e l’inquietudine e probabilmente il senso di inadeguatezza che la tormentavano,   la portano all’  abuso di sostanze stupefacenti. Le case coinvolte, la V e la VII, sono le case dell’amore e della relazione a rivelare un temperamento passionale ma anche molto fragile e dipendente alla ricerca di una stabilità affettiva che colmasse la sua inquietudine ma che non riuscì a trovare nemmeno in Blacke Fielder-Civil, l’uomo che sposò nel 2007 e da cui si separò solo due anni dopo.

L’ascendente gemelli con mercurio in V,  riflette la personalità istrionica che ha contribuito al suo successo ma forse anche alla sua rovina.

Il suo sole Vergine in V casa insieme alla componente nettuniana si esprimevano invece al meglio nel privato nella loro dimensione più pura e  generosa di servizio a chi ha più bisogno. Era, infatti, famosa nell’ambito delle associazioni di beneficienza per il suo contributo  concreto e continuativo tanto che una frase comune in questo ambiente era “chiedi ad Amy e lei lo farà”.

Voleva salvare gli altri, ma non riuscì  a salvare se stessa.

Il suo corpo, in particolare, era oggetto ossessivo della sua instabilità (saturno e plutone congiunti in VI casa, sole vergine) che tormentava con diete estreme che  la portarono a perdere ben quattro taglie tra la pubblicazione del primo e del secondo album che si alternavano ad i eccessi e le sregolatezze riflesse in giove congiunto a urano in sagittario, sempre in VI casa.

Il 18 giugno 2011, in occasione dell’apertura del nuovo tour europeo del 2011, Amy cantò visibilmente ubriaca davanti al pubblico di Belgrado. A seguito di quest’ultima esibizione furono cancellate due date europee ma poco tempo dopo verrà annullato l’intero tour europeo.

Il 23 luglio 2011, nonostante i tentativi di riabilitazione, fu trovata morta nel letto di casa sua da una guardia del corpo.

a cura di Lara Serafino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.